Renault Renaulution: la rivoluzione della Losanga

Renault Renaulution: la rivoluzione della Losanga

È ufficialmente iniziata la nuova era De Meo all’interno del Gruppo Renault. Un anno dopo l’ufficializzazione della carica di CEO per il dirigente milanese, è arrivato il momento di presentare il piano di rinnovamento studiato in questi ultimi dodici mesi. Una vera e propria rivoluzione, che la casa della Losanga ha infatti ribattezzato Renaulution (Renault + Revolution), anche per simboleggiare la volontà di rinnovarsi ed avanzare con diversi modelli, frutto di una nuova e più efficiente visione del mercato automobilistico.

Che cosa cambia in Renault?

De Meo ha voluto mettere un punto definitivo sull’era Ghosn, mai come ora lontano ricordo del passato. La parola d’ordine sarà “ottimizzazione”, non solamente dei costi dal punto di vista finanziario, ma anche dei progetti. Questo, però, non significa in alcun modo che il Gruppo Renault rallenterà lo sviluppo di nuove proposte. Anzi, si cercherà di sviluppare in modo organico ed efficiente ciò che il mercato più richiede. Quindi numerosi modelli che si inseriranno all’interno dei segmenti C e D, oltre ad una buona “infornata” di vetture elettriche. In questo senso va letta anche la creazione del marchio M0bilize, che si occuperà esclusivamente di servizi di car e ride sharing, oltre che di consegne ultimo miglio. Un settore in continua espansione e con una richiesta sempre più alta, soprattutto ora che il commercio online ha spiccato definitivamente il volo. È già stata presentata una piccola concept car, la EZ-1, lunga appena 2,3 metri e composta al 50% di materiali riciclati.

Cosa succederà ai marchi Renault, Alpine e Dacia?

Tutti i tre marchi del gruppo apporteranno delle importanti modifiche alla loro produzione, con in più una più stretta sinergia tra Dacia e la russa Lada, molto conosciuta seppur non importata per il momento in Europa Occidentale. In questo particolare caso la parola d’ordine sarà “semplicità”, quindi lo sviluppo delle caratteristiche fondamentali per le quali il marchio romeno è conosciuto, con in più un arrivo importante di diversi modelli di segmento C (scoprite tutti i dettagli nel nostro approfondimento). Per quanto riguarda Alpine, invece, il marchio vedrà una rinascita ancora più forte di quella vissuta con l’introduzione dell’Alpine A110 (trovate qui la nostra prova su strada). Sotto al nome del marchio di Dieppe si riuniranno le sigle sportive del gruppo, ovvero Renault Sport Cars, Renault Sport Racing e Alpine Cars. Il suo core business rimarrà sempre e comunque quello delle auto sportive, virando però prepotentemente sulla mobilità elettrica. Infine, abbiamo il marchio Renault, che ha stupito il mondo con la presentazione di un prototipo elettrico che prenderà l’evocativo nome di R5. Un nameplate classico per una dichiarazione d’intenti futura, che come ribadito dallo stesso Luca De Meo porterà il marchio verso il “valore” più che verso il “volume”.

Le fasi della rivoluzione Renault

Luca De Meo ha tracciato in maniera molto chiara le varie fasi che caratterizzeranno la vita futura del Gruppo Renault. La prima, già in atto, è stata ribattezzata “Resurrezione”. Andrà avanti fino al 2023 e prevede diverse operazioni per il recupero dei margini di guadagno e della generazione di cassa. Un’operazione che passerà ad esempio attraverso una sempre maggiore sinergia all’interno dell’alleanza con Nissan, che porterà ad esempio ad una riduzione delle piattaforme (da sei a tre) e delle famiglie di propulsori (che da otto quali sono ora passeranno a quattro: diesel per i veicoli commerciali, ibridi benzina, elettrici e fuel cell). La capacità produttiva passerà da 4 milioni di veicoli l’anno a 3,1 milioni, con un aumento dell’utilizzo degli impianti dal 70 al 120%. Si passerà poi alla fase di “Restaurazione”, che durerà fino al 2025 e opererà un netto arricchimento della gamma. Infine, si chiuderà l’operazione con la “Rivoluzione” a partire dallo stesso 2025, quando ci si concentrerà sulle nuove tecnologie e sulle nuove tipologie di mobilità.

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Anticipazioni

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati