Covid in auto: uno studio rivela quali finestrini è meglio aprire

Analizzando i flussi interni è emerso che non tutti i finestrini assicurano un buon ricambio d'aria

Covid in auto: uno studio rivela quali finestrini è meglio aprire

Come ben sappiamo, l’automobile può diventare un luogo di trasmissione dei virus con persone esterne al nostro nucleo familiare. L’ambiente ristretto e le temperature rigide esterne ci ricostringono a percorrere magari lunghi tragitti con persone “estranee” e finestrini chiusi (ricordiamo di rispettare tutte le norme previste con l’ultimo DPCM). L’unica soluzione rimane quindi quella di tenere aperti dei finestrini per assicurare un buon ricircolo dell’aria interna alla vettura, a scapito ovviamente del freddo che si può percepire. Tuttavia, vi è un interessante studio su quali finestrini aprire per garantire una massima efficacia. 

Covid-19: quali finestrini lasciare aperti? 

Lo studio è stato condotto dalla Brown University di Provence, nello Stato statunitense del Rhode Island. E’ stato messo a punto un modello virtuale che simula lo spostamento delle particelle del Virus all’interno di un’auto in movimento. Il documento, pubblicato sulla rivista scientifica Science Advances simula la situazione che si può verificare in un’auto in movimento a circa 80 km/h con due passeggeri a bordo (il conducente più un passeggero nel sedile posteriore destro). 

In una situazione con tutti e 4 i finestrini chiusi e aria condizionata accesa, la differenza di pressione generata dall’auto in movimento spinge la particelle a spostarsi verso la parte anteriore dell’abitacolo. Aprendo invece tutti e 4 i finestrini, la percentuale di particelle che avrebbe potuto raggiungere l’altra persona a bordo scende da 10% a circa lo 0,2%. 

Tuttavia, per ovviare al grand freddo di questo periodo, si può scegliere di aprire i due finestrini non vicini agli occupanti dell’abitacolo. Aprendo quindi il finestrino anteriore destro e posteriore sinistro si genera come una barriera in diagonale che separa i due passeggeri, grazie al flusso d’aria che collega i due finestrini. 

Ricordiamo però che la mascherina e il distanziamento sociale sono ugualmente necessari a prevenire qualsiasi tipo di contagio, soprattutto in auto. 

Scopri le Offerte


    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Auto

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati