Lancia Delta 2024: il gran ritorno potrebbe poggiare sulla DS 4 [RENDER]

Con Stellantis nuove prospettive per il marchio italiano

Lancia Delta 2024: il gran ritorno potrebbe poggiare sulla DS 4 [RENDER]

L’idea di un ritorno di un mito dell’automobilismo come la Lancia Delta non passa mai di moda, a maggior ragione in questa fase di “rivoluzionaria” per il marchio italiano che s’appresta a vivere un nuovo corso, con un operazione di rilancio, grazie alla fusione tra FCA e PSA che ha portato alla nascita di Stellantis.

Proprio guardando ai marchi che fanno parte dell’universo Stellantis che potrebbero crearsi le condizioni ideali per ipotizzare la realizzazione di una moderna Lancia Delta. Mentre Alfa Romeo avrà prerogative più sportive, per Lancia si prospetta un futuro da marchio “premium” più elegante e raffinato, motivo per il quale è lecito immaginare una serie di affinità elettive con il brand DS.

La nuova vita premium di Lancia

Ipotizzando l’arrivo di una serie di nuovi modelli che amplieranno la gamma di Lancia, da anni ormai monopolizzata dalla Ypsilon, potrebbe esserci lo spazio per far rinascere la Lancia Delta, anche se le mosse strategiche del brand le scopriremo solo quando Stellantis svelerà il suo primo piano industriale. 

Tuttavia i presupposti per ipotizzare una nuova Lancia Delta ci sono tutti, a partire da quelli tecnici, vale a dire la piattaforma EMP2 di PSA che permetterebbe di proporre una vettura con alimentazione elettrificata, caratteristica imprescindibile per un’auto che potrebbe fare il suo debutto entro la fine del 2024

Su base DS 4

L’eventuale nuova Lancia Delta potrebbe condividere molte caratteristiche tecniche e meccaniche con la DS 4, la nuova vettura di segmento C del marchio parigino presentata per la prima volta qualche giorno fa, proponendosi però con un design distintivo che riprenderebbe le forme squadrate e i tratti spigolosi dell’originale Delta tra gli anni ’80 e ’90. 

Moderna, potente ed elettrificata

Si potrebbero ipotizzare anche interni lussuosi e pregiati, con una dotazione tecnologica avanzata da segmento D, per una nuova Lancia Delta capace di proporsi da media premium all’altezza delle top del segmento. Sarebbe un modello che, all’interno della gamma del marchio italiano, si posizionerebbe sopra la futura nuova Ypislon e il possibile nuovo B-SUV Lancia che potrebbe essere nelle intenzioni di Stellantis.

Per quanto riguarda le motorizzazioni, la nuova Lancia Delta potrebbe affidarsi a propulsori benzina con potenza da 130 CV, ibrido plug-in da 180 e 225 CV, oltre a una versione da 300 CV con trazione integrale che rappresenterebbe il top di gamma del modello. La variante ibrida potrebbe montare una batteria da oltre 13 kWh che permetterebbe alla vettura di percorrere fino a oltre 60 chilometri in modalità 100% elettrica. 

Scopri le Offerte


    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Anticipazioni

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati