Skoda Octavia iV 2021, VIDEO PROVA SU STRADA del nuovo motore ibrido plug-in

Scheda tecnica, dimensioni, autonomia e consumi della rinnovata station wagon

La placca sul portellone recita “iV”, come il numero romano “4”, ma non è il riferimento all’interno della gamma della quarta generazione di Skoda Octavia (e della produzione del marchio ceco in generale). La iV, infatti, è il distintivo con cui riconosciamo le vetture elettriche e ibride della casa del gruppo Volkswagen ed è proprio per questo che ci rimettiamo dietro al volante della Octavia. Presentata nel corso del 2019, adesso la station wagon si rinnova, presentando finalmente diverse motorizzazioni alternative, tra cui la versione plug-in hybrid che abbiamo avuto l’opportunità di provare per la prima volta.

Design completamente confermato

Esteticamente non è possibile distinguere la Skoda Octavia iV da una normale dotata di motore a benzina o a gasolio, se non fosse per il piccolo badge unicamente presente sul portellone del bagagliaio. Il che non è certo un male, dato che la Skoda Octavia con la sua ultima reincarnazione è diventata una vettura decisamente piacevole da vedere, anche in questa versione station wagon che per ora è l’unica ad avere in dotazione il motore ibrido. Moderno, ma al tempo stesso con una certa eleganza, aiutata del bel colore blu metallizzato della vettura che abbiamo avuto in prova. Il frontale è estremamente geometrico, con la caratteristica griglia con cornice cromata e i gruppi ottici rettangolari molto aggressivi. Il fascione inferiore è impreziosito da una barra cromata che attraversa la griglia e va ad includere le luci fendinebbia. Le linee presenti sul cofano sono molto nette ed evidenti e puntano a continuare l’approccio molto geometrico che poi ritroviamo sul profilo laterale. Le linee orizzontali dominano anche sul posteriore, dove al centro fa bella mostra di sé il nome della casa, uno spoiler sul profilo superiore del lunotto e gruppi ottici dal design aggressivo. Inalterate le dimensioni, che si assestano sui 4,69 metri di lunghezza, 1,83 metri di larghezza, 1,47 metri di altezza e un passo da 2,68 metri. Dimensioni importanti che però si traducono anche in una buona capienza del bagagliaio, che nonostante la presenza della batteria rimane su un minimo di 490 litri e arriva fino a 1.555 litri abbattendo i sedili posteriori.

Nell’abitacolo comfort e spazio

Vi ricordate la Skoda come marchio low cost? Da anni ormai non è più così. L’abitacolo della Skoda Octavia è di livello eccellente e riprende le linee dritte e aggressive dell’esterno. Ci è piaciuto molto il volante a due razze, che dona una sensazione di leggerezza notevole (che verrà poi confermata durante la guida), anche se i pulsanti ci sarebbero piaciuti un po’ più visibili esteticamente. Al centro della plancia troviamo il sistema di infotainment da 10 pollici caricato con il software MIB3 di ultima generazione, che offre Apple CarPlay e Android Auto anche in modalità senza fili (in questo caso conviene però acquistare anche come optional la piastra di ricarica wireless). Davanti al volante, invece, troviamo il sempre utilissimo Virtual Cockpit, mentre alzando gli occhi abbiamo un head-up display a colori davvero molto chiaro e luminoso. I pulsanti sono ridotti al minimo, con una pulsantiera centrale per richiamare le funzioni più importanti, compresa la modalità di guida. Il cambio è l’automatico a sei rapporti, che perde completamente la manopola in favore di una più discreta levetta. Del resto tecnicamente non dovremmo più toccarla fino alla fine del viaggio. Davvero ottima la dotazione di materiali, con le plastiche ridotte davvero al minimo indispensabile. Il resto è almeno gomma morbida, ma più spesso troviamo un piacevole tessuto e persino pelle. Le sedute sono notevolmente comode, sia davanti che dietro, con i sedili anteriori che possono godere anche di due pulsanti per memorizzare diversi posizionamenti (aspetto fondamentale se non siete gli unici utilizzatori dell’auto). Bella la fascia cromata sugli sportelli, che si conclude con la leva per l’apertura. Due gli allestimenti disponibili: Executive e Style, oltre alla versione RS che prevede anche una rimappatura del motore.

Il motore ibrido plug-in

Come anticipato, la Skoda Octavia Wagon iV monta la nuova meccanica ibrida plug-in, ovvero quella ricaricabile attraverso una presa di corrente, sia essa casalinga che di una colonnina. Questo le consente di godere di una carica maggiore rispetto alle mild hybrid, così da poter offrire consumi più bassi e anche qualche decina di chilometri di autonomia solo elettrica, e al tempo stesso di poter avere a disposizione, comunque, il normale motore endotermico, con la sua autonomia e semplicità d’uso. L’ibrido della Octavia è basato sul 1.400 benzina TSI, che da solo eroga una potenza di 150 Cv e una coppia da 250 Nm. Il motore elettrico, invece, sviluppa una potenza da 85 kW, con una coppia da 330 Nm. In totale il sistema sviluppa una potenza complessiva di 205 Cv con una coppia da 350 Nm. Esiste come detto anche la versione RS più sportiva, con il medesimo motore che però riesce a toccare i 245 Cv di potenza massima. A livello di prestazioni la Octavia se la può cavare davvero bene, con una velocità massima di 220 km/h e uno scatto da 0 a 100 completabile in appena 7,8 secondi. La batteria associata al sistema ibrido è da 37 Ah e presenta una capacità da 13 kWh. Grazie ad essa questa station wagon può percorrere circa una sessantina di chilometri in modalità solamente elettrica. Per quanto riguarda la ricarica, se associata ad una colonnina rapida la Octavia può arrivare al 100% in circa tre ore e mezza, con l’80% già disponibile in 2 ore e mezza. Tutto questo ha un’influenza diretta sui consumi, sui quali però occorre fare attenzione. Il dato dichiarato dalla casa è di circa 1,1 litri/100 km nel ciclo combinato WLTP. Questo risultato, però, è ottenibile solo grazie all’apporto continuo del motore elettrico e alla lunga è decisamente difficile rispettare questo dato. I consumi ottenuti usando unicamente il motore TSI, come accade all’esaurimento della batteria, saranno inevitabilmente più alti. I risultati, però, sono comunque notevoli, in quanto l’auto si è assestata comunque tra i 5 e i 6 litri ogni 100 km (ricordiamo, però, con solo una persona a bordo e senza bagagli). Quando la Skoda Octavia iV approderà su Com’è & Come Va potremo essere più precisi su questo fondamentale aspetto.

Comodità anche durante la guida

Essendo un’auto concepita soprattutto per i lunghi viaggi, come ogni station wagon che si rispetti, anche la Skoda Octavia iV fa della comodità una delle sue caratteristiche peculiari. Una volta messo in moto ed esserci immessi nel traffico la prima cosa che abbiamo notato sono state le sospensioni. Molto precise e ben calibrate, creato un vero e proprio effetto “fluttuante” che rendono il viaggio incredibilmente comodo. Anche il volante è davvero molto leggero, facendo così coppia perfetta con il cambio, ben calibrato. Sono disponibili tre modalità di marcia (quattro se considerate anche la 100% elettrica): Eco, Normal e Sport, più l’Individual personalizzabile. Se su molte auto di questo tipo la differenza è appena percettibile, sulla Octavia passare da Eco a Normal e poi a Sport fa la differenza. In Eco l’azione del freno motore si fa più netta e in generale la pedaliera diventa più rigida, in modo da ottimizzare i sistemi di recupero dell’energia cinetica. Difficilmente potrete ricaricare completamente la batteria, ma allunga comunque la vita della ricarica. La modalità Sport, invece, dona un bel po’ di brillantezza al motore e di precisione al volante, con l’aggiunta di un po’ di sound artificiale. Nulla di particolarmente sportivo, ma la Octavia si fa senza alcun dubbio più divertente da guidare. Ovviamente l’auto è carica di sistemi ADAS per la guida semi-autonoma, come gli immancabili cruise control adattivo, frenata di emergenza e parcheggio automatico. Inoltre sono inseriti anche degli extra particolari, come per esempio il navigatore ottimizzato per calcolare anche le soste per la ricarica della batteria.

Quando costa la Skoda Octavia iV ibrida plug-in?

La Skoda Octavia iV con il motore ibrido plug-in, già disponibile nei concessionari, parte da un prezzo di listino di 38.050 €.

Pro e Contro

Ci PiaceNon Ci Piace
Look sempre attuale. Qualità percepita alta. Comfort di guida.Indistinguibile dalla versione normale. Sound amplificato in Sport. Pulsanti al volante poco chiari.

Skoda Octavia iV 2021: Scheda Tecnica

Dimensioni: 4.680 mm lunghezza x 1.829 mm larghezza x 1.475 mm altezza x 2.680 mm passo
Motore: 1.4 TSI Plug-In Hybrid da 205 Cv
Trazione: anteriore
Cambio: automatico DSG a 6 rapporti
Accelerazione: da 0 a 100 km/h in 7,8’’
Velocità massima: 220 km/h
Allestimenti: Executive, Style
Bagagliaio: 490 litri, 1.555 litri con i sedili reclinati
Consumi: 1,0-1,1 litri/100 km secondo il ciclo combinato WLTP
Prezzo: Da 38.050 €
Classe: Euro 6d

Offerta Volkswagen ID.3 100% Elettrica da 299€ al mese con Ecoincentivi Statali Richiedi Preventivo

Scopri le Offerte


    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Auto

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati