Monopattini: 123 incidenti gravi, è polemica sulla sicurezza

Si chiede una revisione del Codice della Strada

Monopattini: 123 incidenti gravi, è polemica sulla sicurezza

I monopattini sono stati un cavallo di battaglia importante, in questo periodo di pandemia, per gli spostamenti ecologici senza rischio di assembramenti. È arrivato il famoso bonus della scorsa primavera/estate e tanti italiani ne hanno approfittato. Tuttavia, sono arrivati tanti problemi legati alla sicurezza ed i numeri del 2020 sono preoccupanti: 123 incidenti gravi in Italia, alcuni mortali.

La morte di una donna a Genova

L’ultimo incidente è avvenuto lunedì scorso a Genova, quando una giovane donna di 34 anni ha perso la vita mentre stava procedendo con il suo monopattino ed è stata travolta da un Tir. Poche ore più tardi, sempre nel capoluogo ligure, un trentenne è stato portato in ospedale in codice rosso, dopo aver battuto la testa. Insomma, c’è un vero e proprio problema sicurezza.

Le polemiche

Sono così immediatamente esplose le polemiche, di cui comunque si era già parlato qualche mese fa. Le norme attuali non sembrano sufficienti per garantire una corretta e sicura percorrenza comune con gli altri mezzi di trasporto. Ed è arrivato l’appello da più parte di rivedere il Codice della Strada: “Abbiamo chiesto al governo venga varata un’efficace regolamentazione”, dicono i sindaci.

Sulla stessa lunghezza d’onda anche Carlo Rienzi, il presidente del Codacons: “Le norme prevedono una serie di limitazioni che è materialmente impossibile far rispettare – le sue parole – anche perché mancano i controlli, e non introducono obblighi a tutela della salute degli utilizzatori dei monopattini, come il caschetto protettivo per tutti, targatura e assicurazione”.

Richieste simili a quelle dell’Associazione vittime di incidenti stradali, per cercare di dare una svolta e rendere le strade sicure anche per chi si muove in monopattino.

Scopri le Offerte


    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Ecologia

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati