Mazda CX-30 2021 | Com’è & Come Va

Mazda CX-30 2.0 150 CV Exclusive: la nostra prova su strada, impressioni di guida e autonomia

La nuova Mazda CX-30 2021 è l’ultima nata nella famiglia dei SUV del brand giapponese con forme taglienti e delle proporzioni davvero molto interessanti. Si pone a metà strada tra CX-5 e CX-3 ma, inspiegabilmente si chiama “30” al posto di “4”. Il design è molto azzeccato così come gli interni, ben rifiniti e di qualità. La tecnologia di bordo non manca con un buon sistema di infotainment, strumentazione digitale (in parte) e ADAS di livello 2. Abbiamo provato la motorizzazione 2.0 150 CV Skyactiv-G Mild-hybrid abbinata ad un cambio manuale a 6 rapporti e alla trazione anteriore nell’allestimento Exclusive, il più accessoriato con un prezzo di listino di 32.000 euro.&nbsp

Dimensioni e misure

La nuova Mazda CX-30 2021 presenta delle forme slanciate e sinuose, è un po’ rialzata da terra e ciò nasconde le sue dimensioni non proprio contenute. La lunghezza infatti è di 4 metri e 40 per 1 metro e 80 di larghezza e 1,54 m di altezza. Possiamo quindi dire che è un po’ hatchback, un po’ crossover e un po SUV. Abbastanza contenuto il peso, che ferma l’ago della bilancia a 1.395 kg.

Estetica e Design

Linee morbide, dolci ma taglienti al tempo stesso. Tutta l’eleganza e la dinamicità del Kodo design è racchiuso nella Mazda CX-30 che personalmente credo porti alla perfezione il linguaggio stilistico del produttore giapponese. Il frontale è lungo e affusolato, con la grande calandra ad effetto tridimensionale che le dona un aspetto più ricercato. Lo sguardo è tipicamente Mazda, con i fari Full-Led (di serie dal secondo allestimento) mentre nella fiancata troviamo i bei cerchi da 18” (di serie dal secondo allestimento) e le modanature in plastica che percorrono il profilo inferiore, per alleggerirne la vista laterale e farla sembrare meno alto di quanto non sia. Nel retro il lunotto è spiovente, ispirandosi alla nuova Mazda3, rendendola quasi un SUV coupè, con i bei fari LED a sviluppo orizzontale e il doppio terminale di scarico cromato, ormai una rarità.

Interni e abitacolo

All’interno troviamo tutta la cura e l’eleganza a cui ci ha abituato, da qualche anno la casa giapponese. Ottimi i materiali e le finiture, così come gli assemblaggi. Si respira decisamente aria premium e ciò che apprezzo più di tutto è la personalità di Mazda. Non segue particolari tendenze o mode, segue la propria strada portando sempre delle novità.

La plancia è tipicamente a sviluppo orizzontale ma con uno stile unico e molto pulito. Il sistema di infotainment Mazda Connect da 8,8” è posizionato nella zona rialzata, per non distogliere lo sguardo dalla strada e il resto della plancia è rifinito in un’ottima pelle, rendendo molto pulito il cruscotto. Davanti a noi troviamo un bel volante in pelle, con molti tasti disposti però in modo ordinato, unendo stile e praticità. Dietro al volante è presente la strumentazione ibrida, un po’ analogica con le care vecchie lancette e un po’ digitale, per restituirci le informazioni durante la marcia. Nella parte inferiore troviamo invece i comandi del clima automatico (di serie su tutti gli allestimenti), fortunatamente non integrati nel sistema multimediale quindi comodi e ben realizzati. Tra i sedili trova posto un tunnel centrale molto ben organizzato con spazio per smartphone, bevande e un poggiabraccio davvero esteso che nasconde un pozzetto molto generoso.

Infotainment e sistema multimediale

Il sistema di infotainment Mazda Connect è da 8,8” e non dispone dei comandi touchscreen, si gestisce infatti solo dal rotore fisico presente al centro del tunnel o dai comandi vocali, anche se questi non appaiono particolarmente evoluti, non disponendo di un asistente vocale. E’ comunque ben strutturato, con un’ottima grafica, molto elegante ed è anche particolarmente fluido. E’ presente lo streaming audio bluetooth e con l’impianto stereo Bose® Surround Sound System con 12 altoparlanti (disponibile con l’allestimento Exclusive) la qualità audio è altissima. Di serie su tutte le versioni sono presenti Apple CarPlay e Android Auto, mentre solo dal secondo allestimento troviamo anche il navigatore integrato. La retrocamera è di ottima qualità e si può avere anche la telecamera frontale come optional, molto utile considerando il muso basso e appuntito.

Abitabilità e bagagliaio

Dati i suoi 4 metri e 40 di lunghezza e il passo di 2 metri e 66 mi sarei aspettato più spazio per le gambe dei passeggeri posteriori, si sta però comodi e la seduta è davvero ergonomica. Il tetto spiovente e la linea di cintura alta non regalano molta luminosità all’abitacolo e non c’è moltissimo spazio per la testa. Sono presenti le bocchette dell’aria posteriori ma non troviamo delle prese USB per i passeggeri seduti nel retro, davvero un piccola sbavatura.

Allestimenti e versioni

La gamma si articola su 4 diversi allestimenti e, come vuole la tradizione giapponese, troviamo moltissimi accessori già dal primo livello: consultando il configuratore poi scopriamo che non sono presenti molti optional, basta piuttosto selezionare l’equipaggiamento desiderato. 

– Evolve: l’ingresso alla gamma dispone già di cerchi in lega da 16″, clima automatico bi-zona, Cruise control, navigatore, radio DAB, specchietti elettrici, sensori di parcheggio posteriori, mantenimento attivo della carreggiata, frenata automatica, e altro a partire da 24.950 euro

– Executive: oltre all’allestimento evolve aggiunge anche i cerchi in lega da 18″, sensori di parcheggio anteriori, vetri oscurati, sistema keyless, retrocamera a partire da 26.350 euro.

– Exceed: si aggiungono anche il Cruise control adattivo, telecamere a 360°, portellone bagagliaio automatico da 28.800 euro

– Exclusive: l’allestimento top di gamma e della nostra prova, in più offre rivestimenti in pelle nera, impianto stereo Bose, sedili anteriori riscaldati e sedile guidatore regolabile elettronicamente con memorie da 30.650 euro. 

Si calcolano poi circa 2.250 euro per selezionare la trazione integrale (da 150 cv in su) e 2.000 euro per il cambio automatico

La prova su strada

Personalmente apprezzo sempre tanto le vetture di Mazda perché sanno coniugare tantissima intelligenza costruttiva ad una buona dose di comfort e praticità quotidiana senza dimenticare un pizzico di vena sportiva. In questa CX-30 è come se ci fosse un po’ di Mazda MX-5 e lo possiamo capire dalla presenza di un cambio manuale davvero rapidissimo, fluido e dalla corsa corta, il pedale dell’acceleratore è incernierato in basso e la frizione è davvero ben modulabile. Altre piccole finezze costruttive passano dalla posizione di guida letteralmente perfetta che è frutto di uno studio di Mazda che pone l’uomo al centro della filosofia costruttiva, integrandolo perfettamente in un sistema. Mi sento ben integrato nell’abitacolo, non ho quella tipica posizione di guida troppo rialzata come nei crossover ma ho comunque una buona visibilità circostante.

Da lode l’insonorizzazione: il rumore del propulsore non si percepisce quasi mai nell’abitacolo, se non oltre i 4.000 giri/min, così come i fruscii aerodinamici, praticamente inesistenti fino a 130 km/h. Migliorabile invece il comparto sospensioni: solide e robuste per sostenere nella guida più allegra ma un po’ ruvide e rumorose quando si passa sopra a delle buche più secche, spesso presenti in città. Non mi ha invece pienamente convinto la frenata, con un pedale spugnoso e dalla corsa lunga che si traduce in un arresto non proprio repentino e che spesso ci spinge ad imprimere una forte pressione sul pedale del freno.

Stiamo provando il motore a 2.0 a benzina 4 cilindri Skyactiv-G da 150 CV. Un motore rigorosamente aspirato, come vuole Mazda ma supportato dal sistema mild-hybrid a 24V. La meccanica lavora in modo molto fluido e scattante, senza farci rimpiangere l’assenza di un turbocompressore. Con i suoi 213 Nm di coppia appare scattante, nonostante il picco arrivi a 4.000 giri ma anche sotto è abbastanza reattivo e lo testimonia l’accelerazione sullo  fino ad una velocità massima di 198 km/h. Ormai abituati ai motori turbo potrebbe sembrare strano ritornare a dover fare i conti con un aspirato, ma la tecnologia Mazda ci consente di sfruttare tutto l’arco dei giri a dovere: magari solo in salita e a pieno carico ci viene richiesto di scalare 1 o 2 marce per pescare il picco di coppia adeguato a compiere un sorpasso.

Consumi

Lato consumi, pur essendo un 2.0 aspirato, che potrebbe spaventare alcuni acquirenti, si è comportato davvero bene. Ricordiamo che la Mazda CX-30 ha delle dimensioni generose con 4,40 metri e un peso di quasi 1.400 kg ma nonostante ciò ha fatto registrare un consumo medio di circa 14,5 km al litro, che diventano circa 13 km/l in ambito urbano e 16 km al litro in extraurbano.

Aiuti alla guida, ADAS

Il pacchetto ADAS dela nuova Mazda CX-30 2021 si spinge fino al secondo livello di assistenza ed è di serie dal terzo allestimento Exceed anche se dal secondo allestimento Executive possiamo già trovare moltissimi sistemi quali il mantenimento della carreggiata, il Cruise control, il rilevatore dei segnali stradali, stanchezza conducente e monitoraggio angolo cieco. I sistemi lavorano bene e l’auto mantiene in modo naturale la carreggiata anche in autonomia, mentre il Cruise control non è particolarmente brusco nelle frenate e nelle accelerazioni. 

Prezzi e listino

La gamma della Mazda CX-30 2021 parte da un prezzo di 24.750 euro per il 2.0 a benzina da 122 CV. Per il nuovo motore Skyactiv-X da 179 CV il prezzo di partenza è di 29.350 euro. La nostra versione invece, con il benzina 2.0 da 150 CV, trazione anteriore, cambio manuale e un equipaggiamento top di gamma si aggira intorno ai 33 mila euro.

Mazda CX-30 2021 Skyactiv-G 150 CV Exclusive: la Pagella di Motorionline

Motore:★★★★☆ 
Ripresa:★★★½☆ 
Consumi:★★★★☆ 
Frenata:★★★½☆ 
Sterzo:★★★★☆ 
Tenuta di Strada:★★★★☆ 
Comfort:★★★★★ 
Posizione di guida:★★★★½ 
Dotazione:★★★★★ 
Qualità/Prezzo:★★★★½ 
Design:★★★★½ 
Prezzo:★★★★½ 

Mazda CX-30 2021 Skyactiv-G 150 CV Exclusive – Scheda tecnica

Lunghezza (cm): 440
Larghezza (cm): 180
Altezza (cm): 154
Passo (cm): 266
Massa (kg): da 1.395 a 1.528
Porte: 5
Posti: 5
Bagagliaio (l): da 422 a 1.400
Serbatoio (l): 48 / 51
Prezzo (€): da 24.950
Allestimenti: Evolve, Exceed, Executive, Exclusive

Offerta Volkswagen ID.3 100% Elettrica da 299€ al mese con Ecoincentivi Statali Richiedi Preventivo

Scopri le Offerte


    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Auto

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati