Audi e-tron GT: 9 sorprendenti caratteristiche dell’elettrica da 600 CV [FOTO e VIDEO]

Viaggio tra le pieghe tecnologiche della nuova coupé

L’Audi e-tron GT che è stata presentata qualche giorno fa rappresenta il nuovo stato dell’arte della mobilità elettrica secondo la Casa dei Quattro Anelli. Parliamo di una coupé sportiva ad alte prestazioni che ambisce a raccogliere l’eredità della R8 come prestigio all’interno della gamma di Ingolstadt e che come tale si presenta come una concentrato di meraviglie ingegneristiche e tecnologiche per dar vita alla massima espressione di auto sportiva di lusso del 21° secolo.

Con le sue forme da coupé quattro porte, l’Audi e-tron GT combina l’emozionalità di un design che scolpisce la carrozzeria con le sue straordinarie doti aerodinamiche, come testimonia il coefficiente di resistenza di 0,24. Tuttavia le sorprendenti peculiarità della e-tron GT prevedono anche interni ricchi di tecnologia ed estremamente eleganti. Qui di seguito scopriamo insieme quali sono le 9 caratteristiche principali che fanno dell’Audi e-tron GT l’apripista delle Gran Turismo del futuro. 

Powertrain elettrico: aumento di potenza e recupero dell’energia

L’Audi e-tron GT è in grado di accelerare da 0 a 100 km/h in 4,1 secondi per una velocità massima di 245 km/h, con la più potente versione RS che ferma il cronometro nello 0-100 km/h a 3,3 secondi e tocca i 250 km/h. Il merito di tali prestazioni è del powertrain composto da due motori elettrici che lavorano insieme, uno montato all’anteriore e uno al posteriore, erogando una potenza complessiva di 475 CV e 630 Nm di coppia massima, con la funzione di overboost che porta la potenza a 530 CV e 640 Nm. Valori che salgono sulla e-tron GT RS capace di sviluppare 600 CV e 830 Nm di coppia, con l’overboost che incrementa la potenza a 645 CV mentre la coppia massima rimane invariata. 

I motori elettrici svolgono un ruolo attivo anche nell’azione frenante della vettura, entrando in azione prima dei freni idraulici, dando così la possibilità al sistema della e-tron GT di recuperare fino a 265 kW di energia che va a ricaricare le batterie. 

Fari e fanali espressione di stile distintivo

Da tempo Audi si distingue per la firma luminosa anteriore e posteriore dei suoi modelli, ma i fari e i fanali della e-tron GT alzano ulteriormente il livello stilistico. Guardando nello specifico le luci diurne sul muso della coupé, così come la barra luminosa sul retro che è un’opera d’arte animata, si scopre lo straordinario lavoro fatto da designer e ingegneri di Audi. Gli indicatori di direzioni dinamici a LED sono di serie, con la dotazione della vettura che offre anche i fari Matrix LED con luci Audi Laser Light che prevedono un piccolo modulo laser in ogni faro che genera un fascio di luce capace di illuminare diverse centinaia di metri, distanza che raddoppia con gli abbaglianti. 

Trazione integrale evoluta

Il sistema di trazione integrale quattro di Audi, rimasto punto di riferimento per la Casa dei Quattro Anelli, ha subito la sua evoluzione più significativa sulla e-tron GT sulla quale viene gestito in autonomia dalla vettura. In modalità Efficiency la potenza viene inviata prevalentemente alle ruote anteriori, mentre in tutte le altre modalità sfrutta la trazione integrale col sistema che affina la dinamica in base alla modalità di guida. Su superfici a scarsa aderenza o in caso di brusche e repentine accelerazioni, la trazione posteriore della e-tron GT viene innesta cinque volte più velocemente del sistema meccanico equivalente, con la distribuzione della coppia tra gli assi che avviene in pochi millesimi di secondo. 

Integrazione del pacco batteria 

La tecnologia delle batterie dell’Audi e-tron GT sorprende non solo per potenza, capacità e tempi di carica. Altrettando impressionante è il modo in cui Audi ha integrato le batterie nell’auto. Utilizzando la stessa piattaforma della Porsche Taycan, il pacco batterie da 85 kWh è composto da 33 moduli cellulari ed è montato tra gli assi nel punto più basso dell’auto. Ciò crea un baricentro basso e un rapporto di distribuzione del peso vicino al 50 e 50 tra anteriore e posteriore. La struttura interna della batteria, così come le piastre di copertura, sono realizzate in alluminio per ridurre al minimo il peso, oltre a contribuire alla rigidità del telaio e alla solidità della struttura per una maggiore protezione in caso di incidente. Sono bene quattro i circuiti refrigeranti indipendenti che regolano la temperatura e utilizzano delle valvole per consentire la flessibilità del sistema. Quando l’auto viene spinta al massimo, il sistema sfrutta il circuito refrigerante dell’impianto di climatizzazione per mantenere la temperatura della batteria nel suo range ottimale.

Sospensioni e sterzo d’alta tecnologia

Le sospensioni adattive sono disponibili in optional, e probabilmente verranno scelte dalla gran parte di colori che compreranno l’e-tron GT, mentre sono di serie sul modello RS. La sospensione pneumatica dispone di un sistema a tre camere che può abbassare la e-tron GT di 22 millimetri o di sollevarla di 20 millimetri. Quindi ogni molla può essere attivata e disattivata individualmente dal sistema di controllo insieme agli ammortizzatori. L’assale posteriore dispone del bloccaggio variabile del differenziale con valori fissi di accelerazione e decelerazione ed è controllato da una frizione multidisco. Quando viene attivata la modalità variabile questa offre valori da 0 a 100, e con la massima apertura il sistema di controllo elettronico della stabilità gestisce la frenata in maniera indipendente su ciascuna ruota. A questo si affianca lo sterzo elettromeccanico, con lo sterzo integrale disponibile in optional. 

Connettività di livello superiore

L’Audi e-tron GT dispone di undici antenne integrate per ricevere ed inviare segnali audio, LTE, Bluetooth e GPS. Ciò consente ai proprietari di controllare a distanza il sistema di chiusura/apertura, la ricarica e il climatizzatore. A bordo il sistema MMI Plus con navigatore è di serie, così come l’hotspot Wi-Fi che utilizza la trasmissione LTE Advanced come standard di connessione. Non mancano i servizi Amazon Alexa e Car-to-X che offrono tutta una serie di funzioni utili come trovare i parcheggi gratuiti o interagire con i semafori. L’infotainment Audi Connect trova le stazioni per la ricarica rapida più vicine, con il navigatore che interagisce col sistema di gestione termica dell’auto, in questo modo la vettura inizia a raffreddare la batteria prima di raggiungere il punto di ricarica consentendo di velocizzare ulteriormente il rifornimento. 

Interni: sostenibilità di lusso 

Lo spirito ambientalista dell’Audi e-tron GT non si ferma nella sua motorizzazione a zero emissioni, ma coinvolge anche la realizzazione dell’abitacolo con interni che utilizzano materiali sostenibili, ma di primissima qualità. La pelle è stata utilizzata solo per alcuni finiture sui sedili, mentre i rivestimenti in Dinamica, come viene chiamato da Audi il mix tra pelle artificiale e microfibra, domina gli interni. Si tratta di un rivestimento che sfrutta materiali riciclati come fibre di poliestere ricavate da vecchie bottiglie di plastica e tessuto. Il pavimento dell’auto è invece rivestito in Econyl, un tessuto creato da fibre di nylon riciclate al 100% da scarti di produzione come residui di stoffa e moquette o vecchie reti da pesca. 

L’arte dell’acustica

Tra le cose che distinguono un’auto premium da una vera auto di lusso è l’annullamento di ogni rumore esterno che viene percepito all’interno dell’abitacolo. La e-tron GT è dotata di serie di parabrezza in vetro fonoisolante, con la possibilità di avere anche i finestrini laterali e il lunotto nello stesso materiale. L’acciaio ad altissima resistenza e il lavoro fatto per ridurre l’isolamento acustico rendono l’abitacolo estremamente silenzioso. Per quanto riguarda l’impianto audio, sulla e-tron GT Audi monta un sistema Bang&Olufsen con suono 3D, potenza di 710 watt e 16 altoparlanti, dei quali due sono integrati nei montanti anteriori. 

La vettura dispone anche della tecnologia e-tron Sport Sound, un sistema che genera due suoni artificiali distinti, uno per l’esterno ed uno per l’interno. In entrambi i casi utilizza due diffusori. I suoni artificiali vengono generati utilizzando dati provenienti dalla velocità di rotazione dei motori elettrici, dal carico sui di essi, dalla batteria e della velocità del veicolo. La sonorità ricreata differisce in base alla modalità di guida, con Audi che sottolinea come le emozioni uditive siano imprescindibili in un’esperienza di guida a 360 gradi.

Ruote e freni senza compromessi

Audi offre sulla e-tron GT tre modelli di ruote con misure da 19, 20 o 21 pollici. Si tratta di cerchi dall’aspetto nitido e che vengono creati utilizzando un nuovo processo di produzione che riduce le emissioni di CO2 nella lavorazione dell’alluminio. In optional sul modello base e di serie sulla versione RS, sono i cerchi con dischi in ghisa con rivestimento in carburo di tungsteno, materiale quest’ultimo che migliora le prestazioni, riduce l’usura e previene la ruggine. La vettura può inoltre montare i freni in carbo-ceramica, disponibili per entrambe le versioni della e-tron GT, che sfruttano pinze a dieci pistoncini per una potenza frenante eccezionale. 

Scopri le Offerte


    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Anticipazioni

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati