Seat: un edificio ed il personale sanitario per i vaccini Covid-19

Fornirà anche un motorhome Cupra

Seat: un edificio ed il personale sanitario per i vaccini Covid-19

Seat prosegue il suo impegno nella lotta contro il Covid-19. La casa spagnola, dopo aver prodotto respiratori a Martorell nel periodo più critico della scorsa primavera, ora si metterà al lavoro per contribuire alla campagna vaccinale di massa. Nel dettaglio, metterà a disposizione uno dei suoi edifici ed il proprio personale sanitario per somministrare i vaccini.

“La cooperazione è la chiave della spinta all’economia del Paese e per passare da un concetto di prevenzione e protezione all’immunizzazione – le parole di Wayne Griffiths – Intendiamo guidare il recupero economico e, in questo processo, i servizi sanitari sono fondamentali”.

L’accordo con la Catalogna

Il marchio iberico ha stretto un accordo di collaborazione con l’Assessorato alla Salute delle Generalità della Catalogna su questo aspetto, non appena ci saranno disponibili dosi sufficienti di vaccino per somministrarlo alla cittadinanza in forma massiva.

Nel dettaglio, Seat metterà a disposizione uno dei propri edifici, annesso alla sede dell’azienda a Martorell, convertendolo in un centro vaccini pronto ad accogliere la popolazione dei comuni limitrofi del Baix Llobregat, con il personale sanitario dell’azienda incaricato di somministrare le dosi. L’azienda ha stimato di poter somministrare circa 8.000 dosi al giorno.

Come parte dell’accordo stretto con la Generalità, inoltre, l’azienda spagnola si impegna a distribuire dosi di vaccino nelle località in cui vi è più necessità, con l’obiettivo di immunizzare il maggior numero di persone nel minor tempo possibile. Per fare questo, l’azienda si avvarrà di diversi Motorhome Cupra adattati per uso sanitario.

Scopri le Offerte


    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Auto

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati