Salone di Ginevra 2022: pronto a tornare l’appuntamento svizzero

L'ottimismo del CEO e qualche possibile novità nel format

Salone di Ginevra 2022: pronto a tornare l’appuntamento svizzero

Il Salone di Ginevra è pronto a tornare, per il 2022. Dopo due anni di assenza per la pandemia, anche se resta ancora un’ipotesi di una kermesse straordinaria il prossimo giugno, l’appuntamento del PalExpo vede la luce per l’anno prossimo. È stato il CEO della manifestazione Sandro Mesquita a rivelarlo, durante la cerimonia dell’Auto dell’Anno 2021, che ha visto il trionfo della Toyota Yaris sulla Fiat 500.

Un possibile cambio di format

Il direttore generale ha mostrato grande ottimismo ed ha parlato di accordi “vicini alla chiusura con i partner nelle prossime settimane”. Per poi annunciare qualche possibile cambiamento al format, al quotidiano svizzero La Matinale: “Ci permetterà di ritrovare una base stabile, ma anche di sviluppare l’evento. È molto probabile che lo spettacolo sarà molto più ibrido con una parte digitale più grande, ma ancora con una parte fisica di incontri”.

Due anni molto difficili

L’ultima edizione del Salone di Ginevra si è tenuta due anni fa, nel marzo 2019, quando nessuno poteva immaginare quello che sarebbe successo negli anni seguenti. Lo scorso anno è stato cancellato a pochissimi giorni dall’apertura, con i primi focolai di Covid esplosi in Europa e, in particolare, nel vicino Nord Italia.

Alla fine del giugno scorso, poi, è arrivata anche la cancellazione dell’edizione del 2021, sempre per le incertezze relative alla pandemia e per le conseguenze economiche della cancellazione del 2020. Ora l’appuntamento elvetico prova a rivedere la luce, sperando che la campagna vaccinale possa riportare tutto alla normalità per l’anno prossimo.

Scopri le Offerte


    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Auto

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati