Fiat 500 elettrica | Com’è & Come Va

La nostra prova su strada della nuova Fiat 500 elettrica, l'autonomia reale e i tempi di ricarica

Fiat 500 elettrica | Com’è & Come Va

Approda sulle pagine di Motorionline anche la nuova Fiat 500 Elettrica, l’ultima nata per la casa torinese che promette di rivoluzionare la mobilità italiana per la terza volta come già avvenuto per ben due volte in passato, con le due generazioni precedenti del 1957 e del 2007. Un design rivisto, più raffinato e moderno con nuovi interni alla moda e tecnologici, ADAS di livello 2 e una batteria da 42 kWh che le assicura un’autonomia complessiva dichiarata di circa 320 km. Prezzi a partire da 26.000 euro (esclusi ecoinentivi) per la versione entry level in allestimento Action. 

Dimensioni e misure 

Le linee e proporzioni della nuova Fiat 500e non variano molto ma la piattaforma è completamente nuova, non condividendo quindi più nulla con la Fiat 500 precedente. Rimane sempre ultra compatta con i suoi 3,63 metri di lunghezza, 1,74 m di larghezza e 1,52 m di altezza. La batteria sviluppata da Samsung da 42 kWh è posizionata inferiormente, solidale al telaio mentre il motore sincrono a magneti permanenti è situato frontalmente, con circa 118 CV di potenza. Il tutto porta il peso complessivo a circa 1.360 kg.

Design ed esterni 

La Fiat 500 elettrica è elegante, raffinata con linee morbide e sinuose. E’ sempre lei ma con un look più moderno e maturo, al passo con i tempi. Su strada diventa una vera e propria calamita per gli sguardi e molti ci hanno fermato per chiedere informazioni o semplicemente per curiosare. Nel frontale spiccano alcuni dettagli tra cui il sopracciglio Led inserito nel pannello del cofano o il nuovo logo 500 in bella vista al posto della mascherina. Lateralmente troviamo le cromature che si integrano con le nuove frecce a Led, dal design sopraffino, quasi levigate dal vento oppure i nuovi cerchi in lega, dalla tinta bicolore che si spingono fino a 17”. Ottime le maniglie a filo con la carrozzeria per migliorare il cx aerodinamico, con il tasto per l’apertura posto all’interno. Nel retro ritroviamo il design già conosciuto dal 2007 ma con forme più bombate, muscolose e nuovi gruppi ottici Led con il logo 500 al loro interno. Tante poi le personalizzazioni disponibili, per renderla un oggetto di design decisamente unico.

Interni tecnologici e più moderni 

All’interno della Fiat 500 elettrica si percepisce un netto salto in avanti, dal punto di vista estetico, qualitativo e tecnologico. Le forme sono più moderne, i pannelli risultano meglio assemblati e nel complesso traspare maggior senso di solidità. Si respira aria quasi premium, senza dimenticare alcuni tocchi di stile come ad esempio le portiere, che si aprono elettricamente con il tasto dedicato. Dentro all’impugnatura per chiudere la portiera dall’interno Fiat ci tiene a far sapere da dove proviene questa citycar, inserendo la scritta “Made in Torino“, orgoglio che si percepisce anche dalla Mole Antonelliana realizzata nel vano di ricarica wireless per lo smartphone. Molto belle le bocchette d’aerazione che percorrono da parte a parte il cruscotto, quasi nascoste nella plancia che viene poi abbracciata dalla bella modanatura in plastica. La plancia è molto pulita dal punto di vista del design ma funzionale quanto basta, con la presenza dei tasti fisici che servono realmente, quelli per il clima automatico e per il selettore della marcia. Al centro si libera poi tanto spazio, non essendoci il cambio meccanico e trova posto un tunnel flottante che integra un pozzetto con copertura a tendina che nasconde una presa da 12V e una presa USB. Sopra di esso troviamo i tasti per regolare le modalità di guida, il volume e il freno a mano elettronico.

Com’è l’infotainment della Fiat 500 elettrica?

Vero protagonista dell’abitacolo è il nuovo sistema di infotainment Uconnect 5 da 10,25 pollici, completamente touch, dalla grafica molto chiara e dall’ottima risoluzione. Non è tra i più rapidi in commercio ma è davvero completo: aggiornamenti over-the-air (OTA), connessione LTE, assistente vocale Alexa e ovviamente Android Auto ed Apple CarPlay, anche in modalità wireless. E’ poi disponibile anche un’App dedicata, chiamata semplicemente FIAT con cui controllare da remoto tutti i valori dell’auto, programmare la ricarica o la climatizzazione, aprire o chiudere le porte e conoscere la geolocalizzazione dell’auto. Da questa si può anche pianificare un percorso tenendo conto di soste per la ricarica e altro, da inviare all’auto prima di accedervi. Semplice ma funzionale anche la strumentazione digitale da 7 pollici situata di fronte al volante, racchiude tutte le informazioni utili in marcia con una grafica chiara ed intuitiva. Come optional è presente anche la retrocamera che dispone di una qualità nella media, andando in crisi solo in caso di forte esposizione e con bassa luminosità. 

Com’è lo spazio a bordo?

L’abitabilità a bordo della nuova Fiat 500 elettrica è sicuramente migliore rispetto a quella della precedente versione, soprattuto nei posti anteriori. E’ ovviamente omologata per 4 persone ma sappiamo che, con le sue dimensioni compatte, farci stare una persona alta più di 1 metro e 70 nei posti posteriori è un’impresa. 

E’ spazioso il bagagliaio?

Chiaramente il bagagliaio della Fiat 500 elettrica non è pensato per dei lunghi viaggi di famiglia ma più per una vita metropolitana e qualche piccola gita fuori posta. Non si modifica rispetto a quello della 500 endotermica partendo da una capacità minima di 185 litri, ma acquistando il sedile posteriore sdoppiabile per circa 200 euro si guadagnano litri importanti nel caso si dovessero spostare carichi più voluminosi. La borsa per i cavi di ricarica domestica e pubblica ruba però un po’ di spazio. 

Come va su strada?

La piattaforma della Fiat 500 elettrica è completamente nuova (PEB) e seppur le sospensioni presentano quasi la stessa geometria della versione endotermica, le sentiamo lavorare decisamente meglio. Le buche vengono digerite davvero molto bene, nonostante i cerchi da 17 pollici di questo esemplare e anche l’insonorizzazione effettua un grande salto in avanti raggiungendo quasi i livelli di molte berline segmento C premium. Migliora anche il piacere di guida, si perché ora i pneumatici presentano una sezione maggior e le carreggiate sono state allargate di circa 5 cm, quindi l’auto sembra più ancorata al suolo e risponde meglio agli input del volante che, tra l’altro gode di un miglior feeling, è più corposo e ha una migliore servoassistenza. Anche da questo punto di vista si raggiungono i livelli di sensibilità di molte hatchback tedesche, abbandonando per sempre quella sensazione di essere scollegati dalle ruote anteriori tipica della 500 nata nel 2007. Il motore sincrono a magneti permanenti è situato frontalmente e riesce ad erogare una potenza di picco di 87 kW o 118 Cv e 220 Nm di coppia. Essendo elettrica lo spunto non le manca, anzi è davvero comoda e divertente soprattutto in città. Lo 0-100 km/h è concluso in circa 9 secondi mentre la velocità massima è di 150 km/h, quanto basta per il suo utilizzo più frequente.

Fiat 500 elettrica: le modalità di guida

Ci sono poi 3 diverse modalità di guida che si selezionano con il manettino posto sulla consolle flottante al centro: in Normal si comporta quasi come una vettura classica, lasciando il pedale del gas infatti l’auto procede quasi veleggiando con una lieve frenata rigenerativa e si frena principalmentecon il pedale del freno. Poi c’è la modalità Range che è quella che ho preferito maggiormente: la frenata rigenerativa è davvero intensa e si può tranquillamente guidare con il solo pedale dell’acceleratore. L’auto rallenta in modo quasi troppo violento lasciando il pedale del gas, fino ad arrestarsi. E’ la modalità che abbiamo usato con più frequenza e che consente di aumentare di circa 40 km l’autonomia complessiva. Infine troviamo la modalità Sherpa, quella pensata per le emergenze: la potenza viene ridotta e la velocità massima è limitata a 80 km/h, vengono disattivati tutti i servizi elettrici non indispensabili (come clima, sedili riscaldati, ventola dell’aria, ecc) così da poter arrivare con più tranquillità a casa o alla prossima colonnina di ricarica. 

ADAS: sulla 500 elettrica arrivano al 2° livello

Completamente nuovo il comparto ADAS della Nuova Fiat 500 elettrica. Da una totale assenza per la 500 endotermica si passa ad un pacchetto tra i più completi su questo segmento. Non sono tutti di serie ma comunque, volendo, si possono aggiungere in fase di configurazione ad un prezzo di 1.500 euro per chi pensa che potrà percorrere diversi km in ambiti extraurbani. Buona la fluidità di esercizio del sistema anche se alcune accelerazioni del Cruise control adattivo ci sono sembrate troppo violente e la frenata automatica di emergenza, alle volte, troppo anticipata. 

Fiat 500 elettrica: come si ricarica?

La batteria della Fiat 500 Elettrica da 42 kW (38 kW effettivi) può essere ricaricata da rete domestica a 2,3kWh in poco meno di 21 ore se si imposta il valore massimo di assorbimento a livello 5 dall’infotainment di bordo. Da una torretta trifase AC a 11 kWh si scende fino a circa 4 ore mentre in ricarica rapida DC accetta fino a 85kWh e ricarica fino all’80% in circa mezzora. Di serie è presente il cavo di ricarica domestica e il cavo per la ricarica da colonnina pubblica Tipo 2. 

Quanto consuma?

Per quanto riguarda i consumi della Fiat 500 elettrica, abbiamo registrato una media di 16 kWh/100 km che scendono a 14 in extraurbano e oltre 20 kWh/100 km in autostrada. In questo modo l’autonomia dichiarata di 320 km risulta difficile da raggiungere. In città ci siamo avvicinati ai 240/260 km mentre in abito autostradale si scende sotto ai 200 reali, ma con un piede felpato forse si riesce a fare qualcosa di meglio. 

Fiat 500 elettrica: gli allestimenti e i prezzi

Action: è l’allestimento di accesso alla gamma ma si caratterizza per avere anche un motore e una batteria più piccoli, di conseguenza anche un’autonomia inferiore. E’ disponibile con cerchi da 15″, clima manuale, accesso keyless, strumentazione digitale da 7″, da 26.150 euro. 

Passion: è il primo allestimento per la vettura dotata della meccanica classica, presenta di serie l’infotainment da 7″, la strumentazione digitale da 7″, sistema keylesse il Cruise control, con prezzi a partire da 29.900 euro (23.340 euro prezzo online).  

Icon: è l’allestimento oggetto della nostra prova e di serie sfoggia lo schermo dell’infotainment da 10,25 pollici con navigatore integrato, Apple CarPlay e Android auto, clima automatico e cerchi da 17 pollici. Prezzi a partire da 31.400 euro (prezzo online di 25.180 euro). 

La Prima: è la versione top di gamma, presentata al lancio della vettura. E’ presente quasi tutto a cominciare dal tetto panoramico, fari Full-Led Infinity, vernice speciale cangiante, sistemi ADAS di livello 2, schermo da 10,25 pollici e molto altro, a partire da 35.90o euro (prezzo online di 29.680 euro) esclusi ecoincentivi. 

Bisogna poi considerare una differenza di circa 3 mila euro per la versione Cabrio e 2 mila euro per la versione 3+1 con la piccola porta extra dal lato del passeggero. 

Pregi e difetti

+Comfort di bordo,

+ Tenuta di strada

+ Tecnologia di bordo

– Molti accessori sono a pagamento 

– Piccole imperfezioni generali 

– Frenata vigorosa in modalità “Range”

 Scheda Tecnica  
 Numero posti 4
 Bagagliaio 185 litri
 Alimentazione Elettrica
 Classe //
 Potenza 118 CV
 Prezzo (da) da 23.680€

Scopri le Offerte


    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Auto

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati