Citroen C5 Aircross Hybrid: PROVA SPECIALE per la Milano-Sanremo 2021 [VIDEO]

225 CV con cambio e-EAT8 e batteria da 13,2 kWh per 55 km di autonomia al prezzo di partenza di 42.100 euro

In occasione della Classicissima di ciclismo “Milano-Sanremo 2021” abbiamo conosciuto Vincent Lavenu, Direttore Generale di AG2R Citroen Team con cui abbiamo scambiato alcune battute sulla nuova Citroen C5 Aircross: il primo modello ibrido plug-in dell’offensiva elettrica di Citroen. Come ben potete immaginare un team di questo blasone macina chilometri su chilometri tutto l’anno, tra gare e allenamento, e dopo il rinnovo di partnership con Citroen anche la nuova C5 Aircross Hybrid 2021 è entrata a far parte della squadra come auto ufficiale. Chi meglio di loro può svelarci pregi e difetti dell’auto?

Vincent ci spiega che oltre ad aver condotto la C5 Aircross Hybrid su fondi particolarmente difficili è proprio il pieno carico (di biciclette) e le centinaia di chilometri fatti ininterrottamente che mettono a alla dura prova l’auto. Una C5 Aircross che in situazioni di alto stress se la cava benissimo sia nei cambi di direzione con differenti pendenze sia a livello di impianto frenante sempre pronto. E se il team AG2R disattiva gli ADAS di livello 2 della Aircross durante gli allenamenti non può farne certamente a meno quando, a fine dei “giochi”, si torna a casa con il cruise control inserito per una guida più rilassata su poltrone da business class. 

Infatti, a sottolineare la vocazione da passista confortevole a propulsione ibrida Citroen cambia il classico acronimo di SUV in “Silent Urban Vehicle“. Sotto al cofano il motore 1.6 benzina viene abbinato al motore elettrico trasformandosi cosi nella nuova Citroen C5 Aircross Hybrid di tipo plug-in con 225 CV e 320 Nm di coppia massima. Noi ci siamo lanciati all’inseguimento dei ciclisti che si contendevano la Milano-Sanremo 2021 per provarla a fondo e verificarne i consumi reali.

Estetica e dimensioni non cambiano

Facciamo un passo indietro perché la Citroen C5 Aircross Hybrid non cambia nell’estetica e nelle dimensioni rispetto alla sua versione standard. Sono sempre: 450 cm di lunghezza, 186 cm di larghezza, 167 cm di altezza per un passo di 273 cm. Fuori è lo stesso SUV che abbiamo imparato ormai a conoscere con gli Airbump laterali, le grandi ruote con un diametro di 720 mm, l’assetto rialzato di 230 mm, le protezioni per sottoscocca e passaruote, le barre del tetto e gli inserti bicolore che adornano la carrozzeria.

Abitacolo e infotainment Citroen

Anche dentro non cambia, l’abitacolo è ben rifinito e curato con una plancia che mixa bene lo stile elegante con un ampio cruscotto digitale TFT da 12.3’’ (ampiamente personalizzabile con vari menu dedicati ora alla navigazione, ora al reparto multimediale, ora ai consumi) e, affianco, contornato dalle bocchette per l’aria, il sistema d’infotainment col touch pad da 8” per gestire il sistema di infotainment. Questo permette di sfruttare la funzione Mirror Screen per poter utilizzare Apple CarPlay e Android Auto, replicando così il proprio smartphone sullo schermo, oltre ad una schermata dedicata all’interno dell’infotainment, utile a tenere visivamente sotto controllo i flussi di energia tra il motore termico ed elettrico e la sua batteria. C’è anche la retrocamera per il parcheggio, anche se, bisogna ammetterlo, la qualità delle immagini non è certo in 4K. La scelta dei materiali permette di avere plastiche morbide e rivestimenti soft touch con qualche inserto in alluminio, il tutto è appagante sia per il tatto, sia per la vista.

Interni spaziosi e bagagliaio che perde qualche litro di capacità

Ottima l’abitabilità. Elemento importantissimo per un SUV familiare di generose dimensioni come la Citroen C5 Aircross hybrid 2020 che ci permetter di sedere sul morbido, con sedute comode e schienali ampi, con sedili regolabili. Il bagagliaio? Ha una capienza minima di 480 litri estendibile a 600 litri grazie al divano scorrevole. Sono circa 120 litri di capacità in meno rispetto alla versione col motore termico per la presenza della batterie sotto al bagagliaio.

Il motore ibrido Plug-In da 225CV e 320 Nm

Ora passiamo alla parte più succosa. Il motore Plug-In Hybrid della C5 Aircross, come preannunciato, dà il via in casa Citroen all’elettrificazione della gamma che raggiungerà il 100% dell’offerta del Double Chevron entro il 2025. Il propulsore ibrido è composto dal motore benzina PureTech 180 1.6 che sviluppa da solo 181 CV e dal motore elettrico 80 kW e 108 CV, quest’ultimo installato tra il motore termico e il cambio elettrificato e-EAT8 a 8 marce. Complessivamente la potenza sviluppata è di 225 CV e una coppia di 320 Nm. A supportare il motore elettrico c’è una batteria agli ioni di litio da 13,2 kWh.

Tempo di ricarica delle batterie

Per ricaricare le batterie possiamo sfruttare il cavo di ricarica di serie T2 per presa domestica in dotazione insieme al caricatore OBC 3kW: questo accessorio consente di completare la ricarica in una notte, impiegandoci sette ore, a seconda della presa di corrente utilizzata. Con il cavo in dotazione alla vettura potremo ricaricare l’auto in due ore tramite wallbox o in quattro ore tramite la colonnina pubblica.

Modalità di guida ZEV, solo elettrica

Una volta impugnato il volante saremo liberi di scegliere tra più modalità di guida tra cui quella Hybrid che permette al SUV Citroen di sfruttare la spinta dei due motori per fornire complessivamente 225 CV di potenza alle ruote anteriori con una coppia massima di 320 Nm disponibile fin da subito, e la modalità ZEV (esclusivamente elettrica) con cui il nuovo SUV ibrido plug-in è in grado di muoversi ad emissioni zero, fino ad una velocità di 135 km/h, per coprire la maggior parte dei tragitti quotidiani con la sua autonomia di 55 chilometri.

Quanto consuma la Citroen C5 Aircross Hybrid

I consumi? Secondo la casa francese le emissioni di C02 sono pari a 32 g/km e i consumi di 1,4 l/100 km, valori misurati su ciclo WLTP, mentre nella prova su strada, secondo il computer di bordo, io ho consumato in media 2,0 l/100 chilometri (tenendo conto di un lungo tratto fatto solo in elettrico a bassissima velocità nel traffico). Come tutte le ibride Plug-In anche Citroen C5 Aircross Hybrid permette di beneficiare di una serie di vantaggi relativi agli incentivi statali in fase di acquisto, all’accesso gratuito alle ZTL, la possibilità di circolare anche in caso di blocco del traffico, il parcheggio gratuito nelle zone di sosta a pagamento e nei posti residenti, lo sconto sulla tassa di possesso fino ai 3 anni successivi all’immatricolazione, oltre alla riduzione del costo del carburante. A batteria scarica, però, i consumi sul tratto autostradale sono cambiati radicalmente con il computer di bordo che segna alla fine della prova un parziale nel misto di 14.7 km/litro.

Sensazioni di guida

Le sensazioni alla guida percepite si concentrano sulla buona spinta in accelerazione con il motore elettrico che ci fa sentire tutti i 320 Nm di coppia nelle ripartenze e più di una volta mi sono esibito in scatti fulminei al semaforo o in qualche soprasso in scioltezza. Davvero ottimo il cambio automatico EAT8, ad otto rapporti, a cui è associato: comodissimo e preciso in città e alle velocità più blande, dove non ha mai sbagliato un rapporto o tirato inutilmente le marce consentendo, così, un’andatura omogenea e senza strappi. Diversamente se vogliamo gestire in prima persona la cambiate basta giocare un po’ con le palette che restituiscono cambiate precise con un buon feedback tattile. Peccato che non siano solidali al volante ma solo al piantone. Questo rende difficile la cambiata quando abbiamo un grande angolo di sterzata.

Preservato il comfort di guida tipico della Francese. Possiamo passare in tranquillità su dossi e imperfezioni del manto stradale come se niente fosse grazie alla presenza delle sospensioni con smorzatori idraulici progressivi. Da segnalare che non ci sono coricamenti laterali fastidiosi tra le curve più veloci e solo un lieve accenno di beccheggio, avvertibile nello Stop&Go imposto dai semafori di città. Poi durante il trasferimento autostradale da Milano alla volta di Sanremo non solo abbiamo faticato meno degli atleti partecipanti alla competizione ma abbiamo goduto di un trasferimento davvero confortevole su tutti i punti di vista: l’esperienza di viaggio con la C5 Aircross Hybrid plug-in è davvero di alto livello e superiore alla media del segmento. 

Prezzo, uscita e allestimenti

La Citroen C5 Aircross (scopri qui il focus su ADAS e sicurezza alla guida) Hybrid è disponibile nei due allestimenti Feel e Shine, al prezzo rispettivamente di 42.100 euro e 43.600 euro.

L’allestimento di base Feel comprende Citroën Connect Box, Citroën Connect Nav DAB, Cerchi in lega 18″ Swirl, Fari fendinebbia con funzione Cornering Light, Paraurti posteriore Nero Matt con scarichi cromati, Vetri posteriori oscurati, Cruscotto digitale 12″, Sedili Advanced Comfort, Volante in pelle regolabile in altezza e profondità con comandi integrati.).

Citroen C5 Aircross Hybrid è già disponibile in concessionaria.

Scopri le Offerte


    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Anticipazioni

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati