Frangivento Sorpasso: nuova supercar italiana con motore V10 in duplice veste [FOTO]

Stradale da 650 CV e GTXX da 850 CV

A due anni di distanza dal lancio dell’audace Asfané DieciDieci, Frangivento, piccola Casa automobilistica torinese fondata dal designer Giorgio Pirolo e dall’imprenditore Paolo Mancini, torna alla ribalta con una novità, un nuovo modello, altrettanto suggestivo: la Frangivento Sorpasso.

Due versioni: Stradale e GTXX

Si tratta di una supercar dal design aggressivo che viene proposta in due diverse versioni: Stradale (che vediamo in queste foto) e GTXX, che si differenziano sia per l’aspetto estetico che per la potenza erogata. Il nome “Sorpasso” scelto per la nuova creatura della Frangivento rappresenta un omaggio all’omonimo e iconico film di Dino Risi con protagonista Vittorio Gassman. La Frangivento Sorpasso verrà costruita in Italia con 15 aziende partner, tra cui Brembo e Sparco, che sosterranno la produzione della nuova supercar. 

Look diversificato 

Design pulito e linee taglienti danno forma alla carrozzeria, in tinta Grigio Hèrmes, della Frangivento Sorpasso Stradale. Look che cresce in aggressività e audacia sulla Sorpasso GTXX, caratterizzata da livrea bicolore e da un serie di dotazioni aerodinamiche, che comprendono anche un generoso alettone posteriore, che sono di diretta derivazione dalle auto da corsa che competono nella serie Gruppo GT3. 

Cofano a becco d’anatra, pinna sul tetto 

Evidente l’influenza del linguaggio stilistico della Asfané sulla Sorpasso. La parte frontale della nuova supercar presenta un cofano scolpito che ripropone il “becco d’anatra“, come è stato ribattezzato dal costruttore torinese, con i sottili fari integrati, mentre più in basso risaltano le grandi prese d’aria. Guardando il profilo spicca la pinna sul tetto che si estende sul posteriore caratterizzato da un generoso estrattore, da sottili fanali a LED uniti da una striscia luminosa e da quattro grandi terminali di scarico tondi disposti due per lato appena sotto i fanali. 

Interni di lusso, ma personalizzabili

Nell’abitacolo della Sorpasso Frangivento ha dato vita a un ambiente interno raffinato e lussuoso. Gli interni della vettura, in entrambe le versioni, propongono rivestimenti in Alcantara e in pregiata pelle lavorata dall’atelier torinese Mario Levi Group. A bordo sono presenti anche diverse chicche tecnologiche, come l’Avatar Driving Assistant, ovvero un alter ego digitale col quale è possibile interagire. Inoltre la Frangivento offre ai clienti ampie possibilità di personalizzazione, con programmi specifici per rendere unica la propria Sorpasso. In più la versione GTXX permette anche di cambiare il nome, sostituendo la sigla “XX” con un cifra a piacimento del cliente. 

Peso di 1.300 kg, motore V10 da 650 e 850 CV

Costruita in fibra di carbonio, che permette di ottenere una peso contenuto che si ferma a 1.300 kg, la Frangivento Sorpasso è alimentata da un motore V10 benzina che eroga due livelli di potenza diversi nelle due versioni: 650 CV sulla Stradale e 850 CV sulla GTXX. Su entrambe troviamo la trazione integrale, la variante più potente da 850 CV è in grado di accelerare da 0 a 100 km/h in 2,9 secondi, da 0 a 200 km/h in 9,3 secondi e di toccare i 345 chilometri orari di velocità massima

Già prenotati i primi esemplari

La Frangivento Sorpasso ha già conquistato la fiducia dei primi clienti, con le prime prenotazioni che sono già arrivate alla Casa torinese. I primi esemplari, che verranno consegnati a fine luglio, sono destinate a clienti di Monte Carlo ed Emirati Arabi, quest’ultimo è un mercato potenzialmente molto importante per la Frangivento e dove non a caso ha aperto un nuovo canale di distribuzione. Inoltre la Frangivento Sorpasso sarà anche esposta nello store della Casa a Monaco di Baviera.

Scopri le Offerte


    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Anticipazioni

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati