Apple Car: è il momento della joint venture tra LG e Magna

Tutte le notizie sull'auto elettrica ed autonoma di Cupertino

Apple Car: è il momento della joint venture tra LG e Magna

La notizia era nell’aria, Apple produrrà la sua automobile chiamata Apple Car e sarà dotata di una nuova tecnologia per le batterie, per permettere velocità di ricarica e autonomia maggiorate, nonché di machine learning IA, e il tutto entro il 2024!

La verità è che, forse, stiamo un po’ troppo affrettando i tempi e che gli “entusiasti” Apple si sono un po’ lasciati prendere dall’emozione, come sovente accade al lancio di un nuovo prodotto tech.

A questa notizia, il famoso analista Ming-Chi Kuo ha arricciato il naso come il sottoscritto, sottolineato che in Apple stanno ancora lavorando su una bozza di progetto, intenti nel definire ancora le specifiche della loro “auto del futuro”. Quindi è del tutto probabile che la vettura della Mela potrebbe vedere la luce solo a partire dal 2025, più probabilmente nel 2027 se non oltre.

Kuo ha ribadito attenzione e precauzione soprattutto agli investitori, smaniosi di accaparrarsi azioni Apple dopo la notizia della presunta “iCar”. L’analista ha sottolineato come l’annuncio di un determinato progetto Apple non significhi successo certo, soprattutto alla luce del recente fallimento degli home speaker Apple HomePod, che dopo le scarse richieste dal mercato hanno visto stoppare la loro produzione.

E’ meglio aspettare notizie ufficiali e comprovate sullo sviluppo del progetto Macchina-Mela, tenendo, inoltre, conto delle innumerevoli e varie tecnologie che stanno caratterizzando il mercato automotive, di per sè già molto volatile, soprattutto nel segmento del mercato dei veicoli elettrici e a guida autonoma.

C’è ancora tanto tempo prima di vedere la Apple Car. Seguiamone insieme gli sviluppi. Senza dimenticare che non ci sono state comunicazioni ufficiali a riguardo.

Aggiornamento 14/04/2021: la joint venture tra LG e Magna

Dopo oltre un mese di silenzi, nuove indiscrezioni in arrivo sull’Apple Car. Secondo un rapporto arrivato dalla Corea e, in particolare, del quotidiano locale The Korea Times, la casa di Cupertino sarebbe prossima a firmare un accordo con la joint venture tra LG e Magna, per la costruzione della vettura elettrica. Al momento, le società starebbero discutendo i dettagli, anche se la joint venture si dovrebbe occupare di gestire semplicemente la produzione iniziale dell’auto elettrica.

L’auto prodotta avrebbe ovviamente il marchio Apple, mentre la joint venture avrebbe un ruolo di produttore a contratto. Dopo aver abbandonato formalmente il mondo della telefonia mobile, LG Electronics ha bisogno di trovare un nuovo business e quello delle vetture a zero emissioni potrebbe essere un campo potenzialmente molto produttivo.

Aggiornamento 02/03/2021: nuove trattative con Kia

Mentre continuano a fioccare i no, sull’ipotesi di accordo con Apple per la vettura elettrica ed a guida autonoma di Cupertino, si riaffacciano all’orizzonte le trattative con Kia. Citando fonti vicine alle due società, infatti, alcuni analisti affermano che l’azienda della ‘mela morsicata’ ha firmato un memorandum d’intesa con la casa coreana per collaborare a progetti per otto diversi settori.

Sarà la volta buona? Lo scopriremo nelle prossime settimane, anche se non è escluso questo eventuale accordo tra Apple e Kia possa riguardare altri settori e non espressamente la Apple Car.

Aggiornamento 15/02/2021: anche Nissan dice no

C’è chi dice no” è il titolo di una famosa canzone di Vasco Rossi, ma potrebbe anche ben adattarsi alle case automobilistiche e all’Apple Car. Ogni settimana la saga dell’auto a guida autonoma di Cupertino si arricchisce di un nuovo capitolo: quello odierno è la smentita da parte di Nissan di essere in trattativa con la ‘mela morsicata’ per realizzare la vettura.

È stato il COO del marchio giapponese Ashwani Gupta a negare le voci di accordo con il colosso tecnologico, in un rapporto dell’autorevole Financial Times. La casa nega che i colloqui abbiano avuto luogo, anche se per il prestigioso quotidiano è stato avviato un dialogo di primo livello, ma le discussioni non sono mai passate a livello dirigenziale.

Il motivo? Sembra essere legato al naming della vettura. Apple pare non sia disposta a ‘co-brandizzare’ la nuova Apple Car, come invece avrebbe voluto Nissan (ma anche altre case nel recente passato). Si sono così chiuse le trattative. Anche se resta da capire come la casa di Cupertino potrebbe avanzare senza un costruttore di auto.

Aggiornamento 10/02/2021: esce Hyundai ed entra KIA per Apple Car

Nuovi rumors sulla Apple Car. Se voci sul web davano Hyundai in trattative per collaborare con Apple sulla costruzione del prossimo veicolo completamente elettrico e a guida autonoma della Mela, ora si afferma che le responsabilità per l’ambiziosa e nuova soluzione di mobilità saranno affidate a KIA.

Un rapporto senza fonte, proveniente dalla Corea, della testata eDaily, afferma che KIA sarà a capo del progetto Apple Car e che lo sviluppo e la produzione del veicolo potrebbero essere gestiti dalla sua fabbrica nello stato americano della Georgia. Sembra che Hyundai abbia rifiutato per  concentrarsi sulla crescita e sullo sviluppo del proprio marchio piuttosto che sulla produzione dell’auto Apple, per evitare che la Mela usi Hyundai come mero produttore del veicolo.

Secondo alcune indiscrezioni provenienti da Bloomberg, la società californiana della mela sarebbe pronta ad investire circa 3,6 miliardi di dollari per entrare di diritto nel mondo automobilistico, collaborando con Kia e producendo circa 100 mila unità l’anno nello stabilimento che Kia detiene in Georgia. Kia rimane in silenzio stampa. 

Aggiornamento 22/02/2021: macché Hyundai e Kia, molto meglio Nissan

“Hyundai? Kia? Ma va! Apple vede Nissan!”. Questo almeno è quello che pensa il Wall Street Journal che rilancia la casa giapponese come partner perfetto per l’auto della Mela. Cosi in quel di Cupertino potrebbero appoggiarsi alle fabbriche Automotive Nissan per produrre le propria vettura e sfruttare una collaborazione che, almeno sulla carta, sembra ottima e relativamente a basso costo. Ci aspettiamo un’impennata della azioni anche di Nissan. E se invece Apple pensasse a più fornitori per la propria vettura? E se queste fossero solo notizie infondate utili al marketing delle aziende?

Le previsioni di JP Morgan 

Giusto per rimanere coerenti con il cauto ottimismo citato ad inizio articolo, ci sentiamo di menzionare uno studio condotto da JP Morgan riguardo alle tempistiche e alle modalità di sviluppo di questa tecnologia da parte del colosso del mondo tech. Con ogni probabilità, date le barriere all’ingresso e il desiderio di Apple nel realizzare qualsiasi prodotto al meglio, la fantomatica “Apple Car” potrebbe arrivare non prima della fine del decennio. L’obiettivo è quello di realizzare un’auto moderna, esteticamente bella, categorizzata come Premium e capace di rispecchiare gli stilemi del brand californiano, con una tecnologia avanzatissima per il mondo delle batterie e ad un prezzo abbastanza elevato sul mercato. Tutte cose ad oggi impossibili per Apple, quindi risulta più sensato pensare ad un’attesa più prolungata, a quando il mercato sarà più in grado di recepire un prodotto del genere, senza dover fare quasi da “pionieri”.

Perché nel mondo delle auto 

La risposta è semplicissima: il mercato degli smartphone ammonta a circa 4,5 miliardi di euro l’anno, quello del settore automotive si aggira intorno ai 2.520 miliardi all’anno. Fine. Se anche Apple riuscisse a strappare un solo miliardo sull’intero anno, aumenterebbe il fatturato di quasi il 25% inserendosi in un nuovo mercato. Conoscendo però la possibilità di utenza mondiale del brand californiano (oltre 1 miliardo di clienti nel mondo) con cui poter legare tutto l’insieme del prodotti Apple già posseduti, capiamo bene la che probabilità di trasformare questa idea in un successo planetario appare quindi molto concreta. 

(articolo in continuo aggiornamento)

Scopri le Offerte


    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Anticipazioni

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati