Aston Martin Valkyrie: l’hypercar mostra piccole novità nel design [FOTO]

Adrian Newey punta alla massima deportanza possibile

Il design della Aston Martin Valkyrie è ormai definitivo al 95%. Il progettista Adrian Newey sta affinando il progetto alla ricerca continua della massima deportanza per ambire a prestazioni velocistiche ancora maggiori.

Aston Martin, dopo aver svelato un esemplare quasi definitivo della sua Valkyrie nel corso di un evento organizzato ad hoc nel corso del week end del Gran Premio di Monaco di Formula 1, ha appena rilasciato diverse nuove immagine della sua prima hypercar. Come si può vedere dalle foto in oggetto, rispetto alla presentazione di Monaco, la Valkyrie presenta alcune novità sia di carattere estetico che tecnico.

A livello di design, il progettista Adrian Newey, che si occupa della progettazione delle monoposto Red Bull in Formula 1 (ricordiamo che Aston Martin ha dato vita alla Valkyrie collaborando a stretto contatto con la Red Bull), ha promosso alcune modifiche. Per via del suo alto grado di perfezionismo, Newey ha voluto modificare leggermente il design della Valkyrie in modo da soddisfare un preciso requisito tecnico: aggiungere ancora più deportanza alla sua già incredibile hypercar.

Dalle foto in esame presenti nella nostra galleria si può vedere come Newey abbia agito soprattutto sul frontale della Valkyrie inserendo due prese d’aria tra il parabrezza e la parte interna tra i passaruota ed il cofano. Tramite numerose prove in galleria del vento, Newey ha scoperto che questa soluzione consente di godere di una ancora maggiore deportanza all’anteriore utile per garantire alla nuova nata una ancora più alta velocità in curva.

Novità anche per quanto concerne i gruppi ottici ed il logo Aston Martin: i fari anteriori ora hanno un design definitivo con abbaglianti ed anabbaglianti incorporati ed attaccati ad un telaio in alluminio anodizzato in modo da godere di una luminosità maggiore del 30/40% rispetto ai tradizionali fari utilizzata dalla casa costruttrice inglese. Oltre alla massima deportanza, Adrian Newey ha anche la “fissazione” del peso ridotto al minimo: per questo motivo sulla Valkyrie non ha voluto usare lo stesso logo presente sul cofano di altri modelli Aston Martin poichè troppo pesante. Al suo posto ha trovato spazio al centro del muso della Valkyrie un logo stilizzato prodotto in alluminio e certamente di gran lunga più leggero.

Dalle foto in esame è possibile scorgere novità anche per gli interni: in un abitacolo ridotto al minimo, caratterizzato da una postura di guida simile a quella delle vetture di Formula 1 o della 24 Ore di Le Mans, sono presenti due display alla base dei montanti anteriori che, grazie all’ausilio di due telecamere posteriori, assolvono la funzione di specchietti retrovisori. Inoltre, al centro della plancia, è presente un display di dimensioni maggiori che dà la possibilità agli occupanti di sapere qualsiasi tipo di informazione legata all’utilizzo della hypercar. Non solo: un volante estremamente simile a quelli in utilizzo in Formula 1 o nell’Endurance ed impreziosito da un piccolo display e numerosi tasti permette al conducente di avere tutti i parametri della guida sempre sotto controllo.

Riguardo ai continui cambiamenti estetici della hypercar della casa costruttrice inglese, Miles Nurnberger, designer della Aston Martin Valkyrie, ha dichiarato: “Direi che il design esterno è completo al 95%. La parte strutturale della carrozzeria ormai non può essere cambiata, ma ci sono aree non strutturali che sono sempre suscettibili di evoluzione. Non è un caso che Adrian Newey continui a ricercare una sempre maggiore deportanza anche attraverso alcuni elementi di design da modificare di continuo.”

Scopri le Offerte


    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Anticipazioni

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati