Aston Martin Rapide E: svelata a Shanghai la prima elettrica del marchio [FOTO e VIDEO]

Sarà prodotta in soli 155 esemplari

La Aston Martin Rapide E, primo modello elettrico della Casa inglese, fa il suo debutto al Salone di Shanghai 2019. La coupé, che monta due motori elettrici e un sistema di batterie a 800 Volt, sarà realizzata in serie limitata di 155 unità.

Aston Martin Rapide E è la novità che la Casa inglese presenta al Salone di Shanghai 2019. Si tratta di un modello estremamente significativo per il marchio, dato che parliamo della prima vettura 100% elettrica della storia di Aston Martin. 

Design in linea con la Rapide “standard”

Esteticamente la Aston Martin Rapide E non propone novità rispetto alle varianti del modello con motore endotermico. Così anche la versione elettrica assume le forme da coupé a cinque porte con design sportivo ed elegante, caratterizzata sul muso dalla presenza della classica griglia anteriore di Aston Martin con trama a nido d’ape.

Aerodinamica rivista

Tuttavia gli ingegneri di Aston Martin hanno dovuto lavorare sull’aerodinamica per migliorare l’efficienza energetica. La Aston Martin Rapide E infatti monta un fondo vettura ridisegnato che ottimizza il flusso d’aria ed un nuovo diffusore posteriore. Sulla versione elettrica della Rapide non c’è più l’impianto di scarico e si è optato per dei nuovi cerchi in alluminio forgiato, con pneumatici Pirelli P Zero, in grado di offrire maggior efficienza e di non intaccare le capacità di raffreddamento dei freni.

Batteria a 800 Volt, due motori elettrici da 601 CV

Nata dalla collaborazione della Casa inglese con Williams Advanced Engineering, l’Aston Martin Rapide E monta un impianto elettrico a 800 Volt con batteria di 65 kWh, che si compone di oltre 5.600 celle agli ioni di litio. La batteria, avvolta da una custodia in fibra di carbonio e Kevlar, è posizionata nel vano anteriore dove di solito è collocato il motore V12 da 6.0 litri della Rapide. Tale batteria alimenta i due motori elettrici, che attivano l’asse posteriore, sviluppando complessivamente 601 CV di potenza e 950 Nm di coppia massima. Sulla vettura c’è anche uno specifico impianto di raffreddamento per non far surriscaldare i motori elettrici e la batteria.

Autonomia di 320 chilometri

La Aston Martin Rapide E è in grado di accelerare da 0 a 100 km/h in meno di 4 secondi e di raggiungere i 250 km/h di velocità di punta. L’autonomia della coupé elettrica è di 320 chilometri su ciclo WLTP. La Rapide E dispone di presa di ricarica compatibile con le colonnine rapide da 50 a 100 kW, che permettono di impiegare solo tre ore per una ricarica completa grazie al caricabatterie di bordo. A garantire un maggior dinamismo di guida ci sono invece il differenziale posteriore a slittamento limitato e i nuovi ammortizzatori specifici. La Aston Martin Rapide E offre tre modalità di guida: GT, Sport e Sport+.

Novità sulle info del quadro strumenti

Poche novità anche all’interno dell’abitacolo, con la Aston Martin Rapide E che propone la stessa ricetta stilistica delle altre varianti della gamma. Tra gli aggiornamenti interni ci sono il display digitale da 10 pollici del quadro strumenti che ora fornisce informazioni nuove, legate alla natura elettrica del veicolo (stato di carica della batteria, prestazioni di rigenerazione, consumo energetico, ecc.). Inoltre Aston Martin ha anche sviluppato un app che consente di monitorare da remoto alcune informazioni sulla vettura, come ad esempio l’autonomia residua.

La Aston Martin Rapide E non sarà però un modello di serie a tutti gli effetti, dato che verrà costruita in soli 155 esemplari. La coupé elettrica è già ordinabile, con prezzo disponibile su richiesta.

5/5 - (1 vote)

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati