Aston Martin Valkyrie AMR Pro: l’estrema versione da corsa dell’hypercar [FOTO]

Sviluppa 1.015 CV col V12 aspirato 6.5 privato della parte elettrica

Mentre l’Aston Martin Valkyrie stradale è ormai vicina a raggiungere i primi clienti che l’hanno acquista, l’hypercar britannica si presenta nella sua versione estrema da competizione “AMR Pro“, non omologata dunque per la strada, frutto di un progetto avviato nel 2018 e portato avanti con diversi partner tra cui Red Bull Advanced Technologies e Adrian Newey.

Dopo tre anni di lavoro e diverse versioni, ora la Aston Martin Valkyrie AMR Pro è giunta a compimento ed è pronta a gareggiare nella nuova categoria LMh alla 24 Ore di Le Mans

Cambiano le dimensioni e le performance aerodinamiche 

Libera da ogni vincolo regolamentare sulle caratteristiche tecniche, la Valkyrie AMR Pro rappresenta l’esaltazione massima del progetto di Aston Martin che sta dietro a questa hypercar. Nel raffronto con la versione stradale emergono una serie di modifiche profonde, con il passo che è stato allungato di 380 millimetri, così come sono cresciute le carreggiate anteriori (+96 mm) e posteriori (+115 mm). Decisamente più estremo è tutto l’armamentario di appendici aerodinamiche che, oltre ad allungare le dimensioni della vettura di 266 mm, le garantiscono, insieme al nuovo fondo, di superare i 3 g di accelerazione laterale montando gomme slick. 

Motore V12 6.5 da 1.015 CV senza più l’ibrido

La dotazione meccanica delle vettura da corsa riprende il motore V12 aspirato da 6.5 litri presente sulla Valkyrie stradale, solo che sulla AMR Pro rinuncia al supporto della parte elettrica in virtù del contenimento del peso. Il propulsore, che raggiunge gli 11.000 giri, sviluppa 1.015 CV di potenza massima. Alla riduzione del peso contribuisce anche la carrozzeria e i bracci delle sospensioni realizzati in carbonio, così come i vetri sostituiti da elementi in Perspex. Tutti gli accorgimenti messi in atto da Aston Martin hanno permesso alla Valkyrie AMR Pro di offrire performance aerodinamiche da Formula 1, come testimonia il tempo di 3 minuti e 20 secondi, sui livelli delle attuali LMP1, fatto registrare nelle simulazioni sul giro a Le Mans. 

40 unità, prime consegne a fine anno

Saranno soltanto 40 gli esemplari della Valkyrie AMR Pro che verranno prodotti da Aston Martin, con le prime consegne programmate per l’ultimo trimestre 2021, mentre lo sviluppo vede coinvolti anche Vettel e Stroll, i due piloti di F1 dell’Aston Martin Cognizant Formula One Team. I clienti potranno beneficiare anche di un programma a loro dedicato che prevede eventi di guida su alcune delle piste più famose al mondo dove tecnici e istruttori saranno di supporto per imparare a sfruttare al massimo le capacità dell’hypercar. 

Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati