BMW M4 GT3 EVO: svelata al Nurburgring l’evoluzione dell’ammiraglia GT dell’Elica [FOTO]

Tante le migliorie, sarà in gara a partire dalla stagione 2025

Alla vigilia della 24 Ore del Nurburgring BMW M Motorsport ha svelato in anteprima la BMW M4 GT3 EVO, versione evoluta e migliorata della M4 GT3, ammiraglia della Casa bavarese nelle gare GT.

Alzando l’asticella sotto diversi aspetti, la BMW M4 GT3 EVO beneficia di una serie di migliorie e ottimizzazioni che gli ingegneri di BMW M Motorsport hanno reso concrete dopo un continuo, intensivo e proficuo dialogo con i team e i piloti, lavorando per cercare da adattare il più possibile la vettura alle loro esigenze. Nello sviluppo della BMW M4 GT3 EVO l’attenzione maggiore non è stata rivolta alle prestazioni, ma ad aree come la guidabilità, l’efficienza e l’affidabilità, lavorando a stretto contatto con i piloti BMW M works Jens Klingmann, Bruno Spengler e Augusto Farfus.

BMW M4 GT3 EVO

Il pacchetto EVO della BMW M4 GT3

La BMW M4 GT3 EVO dispone di modifiche al telaio che non è più verniciato in modo tradizionale ma è rivestito con una vernice catodica molto più leggera. Tra le altre novità sugli esterni della vetture ci sono gli specchietti aerodinamici più piccoli, prese d’aria più grandi si passaruota e un intervallo di regolazione modificato dell’ala posteriore, tutti accorgimenti che incremento l’efficienza aerodinamica.

Oltre ai nuovi fari anteriori e posteriore con design LCI, la BMW M4 GT3 EVO dispone di nuove barre antirollio sull’asse anteriore e posteriore, dischi dei freni posteriori più grandi e un differenziale con regolazione affinata che garantiscono una minore usura di pneumatici e freni, e di conseguenza una guidabilità migliore e più costante.

BMW M4 GT3 EVO

Livrea “pixellata” coi colori M

Esteticamente, la vettura è caratterizza dal design “Inception” che integra i temi di digitalità e dimensionalità in un mosaico audace e ad alto contrasto. Da più prospettive i colori iconici della M appaiono, con un trama simile ai pixel, nella stessa sequenza in cui compaiono nel logo M: blu chiaro a sinistra, blu scuro al centro e rosso a destra.

Questo approccio crea un layout complessivo asimmetrico per la vettura, che integra anche una porzione nera opaca non riflettente davanti al guidatore per aiutarlo a concentrarsi in avanti. Per la BMW M4 GT3 EVO, nelle aree scure della livrea la pellicola è stata omessa per lasciare trasparire l’autentica struttura in fibra di carbonio e risparmiare peso.

Rate this post
Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Array
(
)