Elon Musk ha un brevetto in grado di ridurre del 30% il prezzo della auto elettriche

L'innovazione riguarda l'uso del sale nell'estrazione del litio per produrre le batterie

Elon Musk ha un brevetto in grado di ridurre del 30% il prezzo della auto elettriche

Estrarre il litio dal comune sale da cucina, potendo così ridurre di un terzo il prezzo delle batterie. L’innovativo e rivoluzionario sistema, annunciato da Elon Musk nel corso del Battery Day Tesla dello scorso anno, inizia ad assumere una certa concretezza.

Se al momento dell’annuncio qualcuno pensava che Musk stesse scherzando dovrà ora ricredersi dato che Tesla ha recentemente depositato una richiesta di brevetto per mettere in pratica proprio quest’inedito sistema di estrazione del litio.

Costi ridotti di oltre il 30%

Grazie a quanto rivelato dalla Casa californiana sull’innovativa modalità di estrarre una delle materie prime fondamentali per la produzione delle attuali batterie per auto elettriche si scopre che il procedimento in questione è molto complicato. Tuttavia sembra però funzionare, cosa che permetterebbe a Tesla di far calare di oltre il 30% i costi di estrazione, potendo dunque poi, di conseguenza, ridurre i costi di produzione della batteria e quindi del prezzo finale dell’auto elettrica. 

L’aggiunta del sale e gli effetti sul processo d’estrazione

Uno dei procedimenti di estrazione più usati, spiega Tesla, prevede il metodo della “lisciviazione”, ovvero il mescolare i minerali argillosi con altre soluzioni liquide. Il composto ottenuto viene poi riscaldato, mentre successivamente viene effettuato una sorta di lavaggio che separa il litio da tutto il resto. In questa lavorazione, che è figlia di un processo costoso e poco rispettoso dell’ambiente, si perdono però alcune componenti.

L’innovazione di Tesla, frutto di numerosi di esperimenti, prevede invece di combinare il sale con i minerali per poi inserire il composto in un mulino planetario a sfere e sottoporlo a macinazione per 3 ore ad una velocità di 500 giri al minuto. Al termine di questo processo il composto viene sottoposto a lisciviazione, questa volta solo con acqua, è riscaldato a 90 gradi per non più di due minuti. 

Se tale novità, supportata da evidenze empiriche e ora dalla richiesta di brevetto, troverà applicazione industriale per Tesla sarà un un innovazione fondamentale per la competitività futura, considerando che l’azienda di Musk è la Casa automobilistica che utilizza più litio di tutte.

Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Auto

Tesla: nuovi ritardi per la Gigafactory di Berlino

Un continuo susseguirsi di autorizzazioni mancanti, malumori e incomprensioni tra Tesla e il Governo tedesco
Tesla, il brand californiano di Elon Musk che dal 2020 sta vivendo un’ascesa impressionante tra le big del mondo automotive,