Hyunda Ioniq 5 N: che sorpresa! Facile, potente e divertente. La PROVA IN PISTA E SU STRADA

Ma il prezzo non è per tutti

Il marchio N di Hyundai, lanciato nel 2015, ha catturato rapidamente l’interesse con il suo primo modello sportivo, la i30 N, e la variante Fastback. Successivamente, è stata introdotta la i20 N, che ha riscosso un interesse paragonabile, dimostrando l’impegno di Hyundai nello sviluppare la sua linea di veicoli ad alte prestazioni. Un cambiamento era però imminente: Hyundai ha scelto di cessare la produzione dei motori a combustione per la i30 N e la i20 N, virando verso un futuro elettrico con la nuova Ioniq 5 N del 2024. Quest’ultima promette performance notevoli con il suo propulsore elettrico da 650 CV e 770 Nm di coppia (grazie alla funzione Ngb). L’abbiamo testata sia su strada che in pista e il risultato è stato… sorprendente.

Motore e batteria

Il fulcro della Ioniq 5 N è rappresentato da una batteria da 84 kWh che garantisce un’autonomia di 448 km e supporta una tecnologia di ricarica avanzata a 800V, consentendo ricariche ultraveloci presso le colonnine pubbliche compatibili. Dotata di due motori elettrici, uno per ciascun asse, la Ioniq 5 N non solo vanta una potenza combinata di 609 CV e 740 Nm (senza la funzione Ngb), ma offre anche trazione integrale intelligente. Nei test su strada e in pista a cui abbiamo partecipato, tale trazione si è rivelata affidabile e capace di assicurare un grip ottimale. Grazie alla trazione integrale intelligente, è possibile guidare il veicolo inducendo un leggero sovrasterzo con l’acceleratore e poi controllarlo perfettamente nella curva con movimenti minimi del volante, una tecnica che ci ha entusiasmato in pista e ci ha permesso di registrare alcuni hot lap inaspettati. Hyundai, inoltre, permette ai conducenti di regolare manualmente la distribuzione della coppia, trasferendo fino al 100% sull’asse preferito per un’esperienza di guida su misura.

Set up e dimensioni

Le sospensioni sono gestite elettronicamente, permettendo di regolare la durezza in base alle diverse modalità di guida preimpostate. Il telaio è stato rinforzato e l’aerodinamica migliorata. Il peso totale è di 2235 kg, che, pur non essendo leggero, è conforme ad altre auto sportive elettriche. In pista, il peso si percepisce? Sì, ma non è un impedimento al divertimento di guida. Grazie ai progressi tecnologici, inclusi quelli delle Funzioni N, gli ingegneri Hyundai hanno elevato il piacere di guida, rendendo il peso percepito notevolmente inferiore. La larghezza del veicolo è di 2152 mm e la lunghezza di 4715 mm, con paraurti anteriori e posteriori dal design rinnovato che conservano lo stesso passo. L’altezza è leggermente inferiore, a 1585 mm. La velocità massima è di 260 km/h.

Evento Hyunda Ioniq 5 N

Estetica e interni

Nella sua estetica, la Ioniq 5 N si fa notare per le numerose e ingrandite aperture di ventilazione sotto i fari. A differenza della versione standard, la N aggiunge un’apertura extra per il raffreddamento. Si distinguono anche altri dettagli tipici della Hyundai N, quali un paraurti sportivo e cerchi da 21 pollici. Il retro del veicolo è altrettanto accattivante, con un nuovo estrattore a base piana per migliorare l’aerodinamica e altri elementi caratteristici N, come la luce di stop a forma triangolare e uno spoiler più grande. L’elevata consolle centrale con display da 12.3 pollici assicura una visibilità eccellente. I sedili sportivi sono dotati di cuscini laterali e supporto per le ginocchia, garantendo stabilità durante la guida dinamica. Anche l’interno vanta dettagli unici, inclusi il logo N sul volante e pulsanti supplementari per le modalità di guida e per un incremento temporaneo di potenza di 10 secondi (modalità Ngn). I tasti N sul volante attivano una funzione che simula un cambio manuale a otto marce, interrompendo momentaneamente la coppia dei motori elettrici.

Una simulazione di trasmissione ottima e utile

Molti potrebbero essere scettici, ma questa funzione (N Shift) è realizzata eccezionalmente bene. È fondamentale per comprendere a fondo il comportamento del veicolo in pista. Tale scelta simula la sensazione di guidare un veicolo con motore a combustione interna, riproducendo le curve di potenza e coppia caratteristiche. In marcia lunga a bassi regimi, la risposta all’accelerazione è più morbida, ma si intensifica notevolmente avvicinandosi al limitatore di giri. La Ioniq 5 N si distingue per un design N e una meccanica N, oltre a rinforzi nel pianale e 42 punti di saldatura extra, e un piantone dello sterzo ottimizzato per sensibilità e feedback.

Il sistema di sospensioni è composto da McPherson all’anteriore e multilink al posteriore con ammortizzatori potenziati e regolabili elettronicamente in tre modalità: Normal, Sport e N. Il differenziale elettronico a slittamento limitato migliora ulteriormente la trazione. La frenata, potente se si esercita forza sul pedale, è garantita da dischi anteriori in acciaio da 400 millimetri con pinze monoblocco a quattro pistoni e dischi posteriori da 360 millimetri con pinze a singolo pistone. Tuttavia, devo ammettere che avrei preferito un impianto frenante più reattivo e incisivo, specialmente nella prima parte della corsa del pedale.

Non sembra di guidare un’elettrica

Hyunda Ioniq 5 N

Durante la guida più sportiva, sia su strada che in pista, oltre alla “simulazione del cambio”, ritengo essenziale la funzione N Active Sound+, che si integra perfettamente con un sistema audio Bose di alta qualità. Questa funzione permette di scegliere tra tre diversi temi sonori: Ignition, che emula il suono energico di un motore endotermico sportivo; Evolution e Supersonic, che offrono sonorità futuristiche. L’automobilista può attivare questi suoni sia all’interno che all’esterno del veicolo, grazie a due altoparlanti posizionati uno davanti e uno dietro.

Anche per le Drag Race

Hyundai ha anche sviluppato un sistema di raffreddamento innovativo per le batterie, con un software che ottimizza la gestione termica in base alle condizioni di guida. Il sistema, chiamato N Battery Preconditioning, permette di regolare la temperatura della batteria per massimizzare le prestazioni: per il drag racing si imposta una temperatura tra i 30 e i 40°C per una risposta immediata dell’acceleratore; per la guida in pista si preferisce tra i 20 e i 30°C per sessioni più lunghe e consistenti. Infine, la funzione N Race consente di configurare la strategia energetica per una potenza costante in pista, con la modalità Sprint ideale per i ‘hot laps’ e la modalità Endurance per sessioni prolungate.

Il prezzo

Le funzioni N Steering Wheel e N Pedal sono presenti per regolare la precisione direzionale e l’azione del freno motore durante la frenata. È rilevante sottolineare che il veicolo è dotato di un differenziale elettronico posteriore, che va oltre un semplice meccanismo attuato dall’impianto frenante. Questo E-Lsd opera mediante una pompa elettrica che interagisce con un sistema idraulico collegato a delle frizioni. Quanto costa tutto ciò? I prezzi partono da 76.900 euro e possono raggiungere gli 80.900 euro ‘chiavi in mano’, includendo vernice opaca, sedili sportivi ventilati, tetto apribile e un set aggiuntivo di luci LED.

Rate this post
Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Array
(
)