Ford usa i dati dei veicoli connessi per eliminare le funzioni inutili e ridurre i costi

Potrebbe sparire l’Active Park Assist sui prossimi modelli

Ford usa i dati dei veicoli connessi per eliminare le funzioni inutili e ridurre i costi

Ford ha scelto di seguire un approccio innovativo per ridurre i costi di produzione dei suoi veicoli. Il COO Kumar Galhotra ha svelato che il marchio sta esaminando i dati provenienti dai veicoli connessi per capire quali funzionalità sono più apprezzate e richieste dai clienti e quali invece sono superflue o inutilizzate. Questa strategia permette a Ford di offrire ai consumatori solo ciò che vogliono veramente, senza sprecare risorse in opzioni non necessarie.

Il responsabile ha spiegato che stanno pensando di eliminare alcune funzionalità che non sono molto usate dai clienti, per abbassare i costi e aumentare l’efficienza. Una di queste è il sistema Active Park Assist, che permette di parcheggiare in parallelo senza intervento del guidatore. Questa funzione ha una scarsa domanda e potrebbe essere esclusa dai prossimi modelli (forse quelli elettrici economici basati su una nuova piattaforma). L’azienda potrebbe risparmiare circa 60 dollari per ogni veicolo, per un totale di circa 10 milioni di dollari all’anno, eliminando questa funzionalità.

Ford usa i dati dei veicoli connessi per eliminare le funzioni inutili e ridurre i costi

Kumar Galhotra, il presidente di Ford America e International Markets Group, ha parlato delle strategie che la società sta adottando per migliorare le prestazioni delle sue auto. Ha affermato che Ford si concentra non solo sulle caratteristiche dei veicoli, ma anche sulle modalità di progettazione e produzione. Il direttore operativo ha aggiunto che Ford sta costantemente valutando i suoi processi produttivi, cercando di innovare sia con idee proprie che con spunti provenienti da altre fonti. Questo ha già portato a risparmi significativi, stimati intorno agli 8 milioni di dollari.

Rate this post
Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Array
(
)