La Corvette ottiene 290 milioni di Dollari d’investimenti dalla General Motors

Aggiornamenti alla catena di montaggio nell'impianto di Bowling Green

La General Motors applica degli investimenti di 290 milioni di Dollari per apportare dei miglioramenti nell'impianto d'assemblamento della Corvette a Bowling Green, nel Kentucky. La catena di montaggio subisce degli aggiornamenti con delle nuove tecnologie e processi che avranno inizio già dall'estate.

L’impianto d’assemblamento della Corvette, collocato a Bowling Green (Kentucky), è in procinto di un piano d’investimenti di 290 milioni di Dollari proveniente dalla General Motors. Il piano prevede l’aggiornamento della catena di montaggio con l’applicazione di nuove tecnologie ad iniziare già dall’estate. In precedenza era stato attuato un investimento di 439 milioni di Dollari per il reparto verniciatura.

I nuovi investimenti mettono il marchio sportivo della Chevrolet nella condizione di poter competere ulteriormente con le altre case automobilistiche, specie contro la Ford con la sua nuova Mustang e soprattutto con la nuova GT, programmata per la vendita a partire dal 2017. Un altro marchio che potrebbe fare da concorrente è la Honda che negli USA è prodotta sotto marchio Acura. Di recente la seconda generazione NSX ha iniziato la produzione nell’Ohio. Agli sgoccioli, invece, la Dodge Viper, che cesserà di essere prodotta a partire dall’anno prossimo, nonostante la produzione di 5 modelli speciali limitati per la ricorrenza del 25° anniversario.

La Corvette iniziò la produzione delle prime 300 vetture nel lontano 1953 a Flint, nel Michigan, con l’obiettivo della General Motors di presentare una vera e propria dream car. L’anno dopo si trasferì a St. Louis, nel Missouri. Nel 1981, la produzione passò all’attuale impianto di Bowling Green, con delle successive ristrutturazioni a riguardo. Nel 1996, con la quinta generazione della Corvette, l’impianto venne riprogettato.

La General Motors ha sempre messo a disposizioni dei capitali per il continuo sviluppo della supercar americana. Nel 2011 lo stesso Gruppo ha investito 131 milioni di Dollari per la nuova Stingray e successivamente nel 2012 e 2013 (52 Milioni di Dollari) per la realizzazione del telaio in alluminio. Di recente e per la precisazione nel dicembre 2015, è stata aumentata la capacità del centro di costruzione che ha portato all’aggiunta di 36 nuovi posti di lavoro.

Nelle vicinanze dell’impianto è situato il National Corvette Museum ed il NCM Motorsport Park dove vengono collaudate le vetture stradali e da corsa. Nel campo del motorsport, invece, la Corvette è impegnata con la C7.R con la squadra ufficiale Corvette Racing nell’IMSA WeatherTech Sportscar nella classe GTLM, oltre a partecipare annualmente alla 24 Ore di Le Mans. La vettura è costruita dalla Pratt & Miller.

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati