Rca, come migliorare la classe di merito

Retrocedere è più facile che risalire

Breve guida alla classe di merito per l'assicurazione auto. Come funziona il Bonus-Malus e come risalire posizioni nella propria classe di merito
Rca, come migliorare la classe di merito

Il meccanismo Bonus-Malus delle assicurazioni prevede declassamenti in caso di incidenti con colpa, ma nella classe di merito si può anche risalire.

Farlo, tuttavia, è più difficile, anche se non impossibile. Vediamo allora come migliorare la classe di merito per quanto riguarda l’assicurazione auto.

 

Classe di merito: come funziona

Il Bonus-Malus per la Rca funziona tramite un meccanismo a punti e prevede che il costo del premio assicurativo venga rapportato al comportamento stradale del cliente assicurato su scala temporale. L’attribuzione della classe di merito di appartenenza viene quindi definita dal punteggio accumulato nel tempo: meno punti si hanno, migliore è la classe di merito e minore è il costo del premio da pagare ogni anno all’assicurazione.

Le classi di merito sono universali, cioè sono uguali per tutte le compagnie e prevedono le stesse regole evolutive. Esse vanno dalla 1 alla 18, dove i clienti della classe 1 sono i più virtuosi e quelli della classe 18 i più sinistrosi. La classe di merito attribuita a chi si assicura per la prima volta senza usufruire della legge Bersani è la 14. Se invece il contraente non dà alla compagnia assicurativa tutti i documenti richiesti viene inserito in automatico nella classe 18.

Una volta stipulata la polizza, se durante l’anno l’assicurato non causa incidenti entra automaticamente in classe 13, con un premio annuale ribassato (scatta il bonus). Viceversa, se l’assicurato provoca un incidente viene inserito in classe 16, con un premio annuale più alto (scatta il malus).

 

Come migliorare la classe di merito

Il problema quindi, è che mentre la discesa è più rapida (a ogni incidente si retrocede di due classi), la risalita risulta più difficile (comportandosi bene si guadagna una sola classe).

Per migliorare la classe di merito non vi resta altro che evitare di provocare incidenti. Mantenendo un comportamento corretto alla guida risalirete anno dopo anno (pagando sempre di meno) fino alla classe 1. Quanto ci vuole per arrivare alla classe 1? Se si parte dalla classe 14 ci vogliono ben 14 anni.

Attenzione però, perché a volte la mancata conoscenza di alcune regole può complicare la risalita stessa. Ad esempio, se l’incidente è di lieve entità il declassamento è evitabile pagando in prima persona il danno e ottenendo la cancellazione del sinistro dal proprio ATR (Attestato di Rischio). Prima di procedere in questo senso è bene però denunciare il sinistro alla propria compagnia.

Sappiate inoltre che se vi comprate un’auto nuova la classe di merito non cambia mai (sia rimanendo nella stessa compagnia, sia cambiando compagnia). La classe di merito non cambia nemmeno in caso di furto d’auto, così come non cambia se l’auto viene demolita o esportata all’estero. Infine, tramite la legge Bersani è possibile mantenere la stessa classe di merito anche per un secondo veicolo.

Ma come si conosce la classe di merito? La risposta la trovate nell’Attestato di Rischio, che la compagnia ha l’obbligo di inviarvi a casa almeno 30 giorni prima della scadenza annuale.

Scopri le Offerte


    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Guide e utilità

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati