Effetto No Time To Die: le Aston Martin del passato tornano alla ribalta col nuovo film di James Bond

Tutti a caccia delle vetture che hanno segnato la saga dell'agente segreto 007

Effetto No Time To Die: le Aston Martin del passato tornano alla ribalta col nuovo film di James Bond

Il nuovo film di James Bond, No Time To Die, ultimo capitolo che vede nei panni del noto agente 007 Daniel Craig, fresco di riconoscimento della stella sulla Hollywood Walk Of Fame, ha fatto impennare l’interesse degli appassionati di auto nei confronti delle Aston Martin del passato.

L’uscita del nuovo film spinge le ricerche di Aston Martin d’epoca

Subito dopo l’arrivo di No Time To Die, che ha debuttato nelle sale italiane il 30 settembre e che nel Regno Unito ha fatto segnare incassi record al botteghino, i tanti hanno controllato in Rete i prezzi dell’usato Aston Martin. In particolare, il sito inglese specializzato Auto Trader ha registrato un aumento delle ricerche di Aston Martin usate del 75% proprio nel week-end successivo all’uscita del nuovo film di James Bond, numeri che hanno contribuito a rendere un paio di DB5 e un sua erede DB6 presenti sul sito i tre annunci di auto d’epoca più popolari. 

Cresce il traffico anche sui siti di Jaguar e Land Rover

L’effetto No Time To Die si è fatto sentire anche sulle auto di oggi, con le ricerche di Aston Martin più moderne che sono aumentate del 13%, così come è aumentato anche il traffico sui siti di Jaguar e Land Rover, altri due brand legati alle avventure di James Bond. Una delle scene chiave del nuovo film vede l’agente segreto fuggire attraverso una foreste norvegese inseguito da una banda di cattivi alla guida di una Range Rover Sport. 

Gioielli dal valore di oltre il milione di euro

Le due Aston Martin DB5 presenti su Auto Trader non sono certo accessibili ai comuni mortali, considerato il loro elevatissimo valore da prezzo pregiato che farebbe gola ad ogni facoltoso collezionista. La prima DB5, del 1965, nella stessa carrozzeria Silver Birch dell’esemplare di James Bond (nella foto qui sopra) viene proposta a 985.000 sterline, equivalenti a circa 1,16 milioni di euro, mentre la seconda DB5, modello del 1964 recentemente restaurato da Aston Martin Works, reparto “classic” della Casa inglese, ha un prezzo ancora più esorbitante: 1,2 milioni di sterline, pari a circa 1,41 milioni di euro.

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati