BMW Serie 7 2016, la versione più potente potrebbe montare un motore Rolls-Royce

V12 della Wraith per la futura 760i

BMW Serie 7 2016 - Sulla prossima punta di diamante di BMW potrebbe essere disponibile un V12 biturbo con la stessa potenza della cugina inglese a due porte
BMW Serie 7 2016, la versione più potente potrebbe montare un motore Rolls-Royce

Secondo un recente report dei nostri colleghi spagnoli di Motor, la prossima BMW Serie 7 in versione più potente potrebbe utilizzare il nuovo motore V12 che montano le Rolls-Royce Ghost e Wraith. Questo motore equipaggerà senza dubbio il top di gamma di Serie 7, vale a dire la 760i. Il motore biturbo da 6.6 litri è una variante del V12 6.0 litri di BMW che troviamo attualmente sulle 760i e 760Li.

A quanto pare quel V12 dovrebbe sprigionare fino a 600 CV sulla BMW (anziché 624 CV sulla Rolls-Royce Wraith), ma – stranamente – si dice che questo propulsore non sarà disponibile con la trazione integrale xDrive.

Passando dal top al modello entry-level, la variante 730i dovrebbe invece essere sinonimo di un motore quattro cilindri 2.0 litri turbo con una potenza massima stimata sui 250 CV. In più, dovrebbero esserci più di un modello ibrido in gamma da cui si potrà scegliere: si mormora che arriveranno le 730e e 740e.

Gli interni della futura BMW Serie 7 – così come il nuovo display di infotainment touchscreen iDrive – sono stati avvistati nelle ultime foto spia in data. Non ci sono grandi sorprese visto che lo stile BMW sarà sempre presente, anche se la carrozzeria dovrebbe essere rivista maggiormente in profondità, magari per somigliare ad un’auto più classica come l’iconica Serie 7 E32 di metà anni ’80. Ma diciamolo, anche la generazione E38 piacque molto ai clienti. Al momento non è stata fissata una data di presentazione.

Scopri le Offerte


    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Anticipazioni

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati