Auto Storiche

Auto Storiche

Coppa Milano-Sanremo 2018: si parte

Coppa Milano-Sanremo: tra i concorrenti ci saranno la Fiat 509S del 1926 guidata dal Principe Emanuele Filiberto di Savoia, la Maserati A6GCS-53 Berlinetta Pininfarina del 1953 (della collezione Matteo Panini), una Bugatti Stelvio del 1939, un’Aston Martin DB2 e una DB4 rispettivamente del 1952 e 1960, un’Ermini 1100 Sport International del 1954, una O.S.C.A. MT4 1100 Sport del 1954, un’Alfa Romeo 6C 2500 SS Villa d’Este del 1951 e un’Alfa Giulia TZ1 del 1964, un’ACE Bristol Roadster del 1957 e una Porsche 356 A 1600 Speedster del 1957.
by Enrico Di Mauro
Auto

Nissan 300ZX (1990): la coupe dal fascino immutato

NISSAN 300ZX - Nel 1989 la Nissan presentò la seconda serie della sua 300ZX e fu un successo. L’attenzione degli appassionati si concentrò su questa pluripremiata potente coupe, bellissima, ben fatta e indimenticabile per i nati negli anni ‘70/’80. In Italia arrivò solo in versione twin turbo.
by Enrico Di Mauro
Auto

Jaguar XJR15 (1990): La Gruppo C Stradale

Jaguar XJR15 - Nata da un'idea di Tom Walkinshaw, allora a capo della Jaguar Sport per celebrare le vittorie del Campionato Mondiale Sport Prototipi, questo esemplare restaurato in ogni singolo pezzo ha percorso da nuova solo 439km ed è una delle 26 stradali, sui complessivi 53 esemplari prodotti.
by Enrico Di Mauro
Auto

Fiat Abarth SE 035 (1979): “MOSTRUOSA”

FIAT ABARTH SE035 - Conosciuta anche come la Fiat 131 Abarth “Moby Dick”, la prima volta che l’ho vista sono rimasto senza parole per qualche secondo, poi la mente ha iniziato a viaggiare alle velocità che la “Fiat Abarth SE035 Volumetrico Competizione” – questo il suo nome per esteso - suggerisce di poter raggiungere. Mostruosa, non ci sono altri aggettivi.
by Enrico Di Mauro
Auto

Intermeccanica Italia Spider (1969): a scuola di design dal grande Scaglione

INTERMECCANICA ITALIA SPiDER- Quando un uomo dal tratto magico come l’indimenticabile e grande designer italiano Franco Scaglione veniva chiamato ad interpretare le linee di un’ auto, i risultati erano praticamente sempre auto da sogno; pensiamo alla mitica Alfa Romeo 33 Stradale, tanto per citarne una. Così fu pure per la versione "aperta" della Intermeccanica Italia: la Italia Spider. Bellissima.
by Enrico Di Mauro
Auto

Peugeot 205 Rallye (1988): più di una Gti

PEUGEOT 205 Rally - Nel 1988 la Peugeot, fedele al suo spirito di marchio votato alla sportività e fresca dei mondiali rally conquistati proprio con la 205 Turbo 16v nel 1985 e nel 1986, intuisce che chi compra le Gti predilige auto con le quali divertirsi al volante e gli fornisce così la sua risposta definitiva in tema di compatte veramente sportive: la 205 Rallye.
by Enrico Di Mauro
Auto

BMW M3 E30: La Prima Della Classe

BMW M3 E30 - un’auto che tutti gli appassionati sognavano, un’auto che vinse per anni nelle competizioni sbaragliando la concorrenza, un’auto che quasi tutti i piloti possedevano nei loro garage tanto era divertente e incisiva nella guida anche di tutti i giorni, “il piacere di guidare” (celebre claim della casa bavarese) forse nacque e venne ispirato proprio da Bmw che, come questa, hanno scritto un pezzo importante della storia dell'auto.
by Enrico Di Mauro
Auto

Niki Lauda: il “computer” compie 69 anni

NIKI LAUDA - Il 22 Febbraio del 1949 a Vienna nasceva uno dei più grandi Campioni della storia della Formula 1. In pista era freddo nelle decisioni, precisissimo e pulito nella guida. Capace di trovare in ogni vettura anche il più piccolo difetto e meticolosissimo nelle messe a punto, tanto da essersi guadagnato, oltre a 3 titoli mondiali, anche il soprannome di "Computer".
by Enrico Di Mauro
Auto

Gilles Villeneuve: Montecarlo-Maranello in 2h e 25m

Il Drake lo amava come un figlio e gli perdonò parecchie "marachelle". Come quella dei viaggi autostradali a medie di 220/230 km orari che per poco non costarono l’arresto sia a Gilles che a Didier Pironi, compagni di squadra e concittadini nel Principato di Monaco, con il quale andava spesso a Maranello in auto. Proprio in uno di questi trasferimenti Gilles, a bordo della sua Ferrari 308Gts impiegò il tuttora imbattuto ( ci hanno provato anche di recente di notte dei piloti professionisti senza riuscirci) record di percorrenza dei 435km che separano Montecarlo da Maranello in solo 2 ore e 25 minuti.
by Enrico Di Mauro