Citroen parteciperà ad “Auto e Moto d’Epoca 2016” [FOTO]

La casa del Double Chevron va alla conquista di Padova

Tra passato, presente e futuro, Citroen si presenta ad “Auto e Moto d’Epoca 2016” con la mitica 2CV Soleil, la sbarazzina Mehari Azur e la nuovissima C3.

Citroen – Al Salone “Auto e Moto d’Epoca 2016” che si terrà a Padova dal 20 al 23 ottobre prossimi, la casa costruttrice francese darà risalto al suo forte e caratteristico passato che si ritrova ancora oggi negli ultimi modelli presentati. A far bella mostra di sé a Padova sono infatti la 2CV Soleil, la Méhari Azur e la Nuova C3. Tutti i modelli presentati sono frutto di una precisa caratteristica che nel tempo ha accompagnato tutti i modelli della storia Citroen e cioè quella di “essere diversi”: una diversità che nasce sui tavoli dei progettisti e che è dovuta a un’abitudine dei tecnici del Double Chevron ossia di partire da un foglio bianco.

La Citroën 2CV è stata “il manifesto di questa filosofia”: nata nella seconda metà degli anni ‘30 per motorizzare l’Europa e commercializzata dopo la seconda guerra mondiale, ha portato una ventata di ottimismo nel mondo dell’automobile che è durata per ben 42 anni fino al 27 luglio 1990 quando è uscita di produzione. La 2CV ha segnato in maniera indelebile la storia dell’automobile anche per via delle diverse edizioni speciali come la Spot, la Charleston e la Dolly create dallo stilista francese Serge Gevin.

Non a caso l’auto esposta a Padova è una 2CV Soleil realizzata in collaborazione proprio con Serge Gevin che con queste parole immaginò la futura serie speciale su base 2CV: “Voglio che sia bianca, con i parafanghi gialli, la capote gialla, fino al portellone. Con le ruote bianche, i fari (rotondi) anch’essi bianchi. Con i sedili rivestiti in cotone come le giacche dei marinai, con le cuciture gialle. Perché è al mare, al sole, alla luce ed all’avventura che s’ispira la 2 cavalli Soleil.” Concepita nel 1982 e mai realizzata prima d’ora, 2CV Soleil è il sogno a colori di Serge Gevin che Citroën Italia ha concretizzato nel 2015 operando un restauro completo e assoluto, nel rispetto delle modalità di lavorazione delle serie speciali della 2CV, sulla base di una versione Club dell’82.

Non meno caratteristica la Méhari Azur, versione speciale della “spiaggina”contraddistinta dalla livrea bianca e blu “a suo agio a St.Tropez o sulle cime dell’Himalaya”. La Mehari nacque nel secondo dopoguerra quando la SEAB, (società per lo sviluppo e le applicazioni dei brevetti), si specializzò rapidamente nel più nuovo dei materiali, la plastica, e decise di proporre ad un suo particolare cliente, nel caso specifico Citroën, una carrozzeria in plastica per un veicolo polifunzionale. Citroën accettò il progetto e così nella primavera del 1968 nacque la Méhari: un fuoristrada costruito sull’eccezionale telaio della popolare 2CV e rivestito in ABS (acrilonitrile butadiene stirenecolorato) di colore giallo, arancio, verde intenso o verde bosco, beige o rosso. La Mehari riscosse un successo immediato e travolgente e la produzione durò quasi vent’anni dando vita a circa 150.000 esemplari.

Tra le due icone del passato presenti ad “Auto e Moto d’Epoca 2016” spicca la Nuova C3, un best-seller reinventato da Citroen che ha venduto oltre 3,5 milioni di esemplari dal 2002. Dopo il bagno di folla al Salone di Parigi 2016, la nuova compatta del Double Chevron si mostra al pubblico italiano nel suo design giovane e fresco ma che richiama alla mente la voglia di “essere diversi” innata delle vetture Citroen. Design estremamente audace, spiccata sensazione di benessere a bordo e ampio utilizzo di tecnologie ultramoderne nate per semplificare la vita di chi guida sono le caratteristiche su cui sui basa la Nuova C3 per ripetere il successo dei modelli precedenti.

Scopri le Offerte


    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Anticipazioni

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati