Lombardia e Lazio zona gialla: in arancione solo 4 regioni e Bolzano

I nuovi colori dell'Italia da lunedì 1 febbraio 2021

Lombardia e Lazio zona gialla: in arancione solo 4 regioni e Bolzano

Tutte le regioni italiane saranno in zona gialla da lunedì 1 febbraio, con l’esclusione di Puglia, Sardegna, Sicilia, Umbria e provincia di Bolzano, che saranno arancioni. Questo è il risultato del monitoraggio dell’Istituto Superiore di Sanità, arrivato nel tardo pomeriggio di oggi, che ha certificato un importante miglioramento generale della situazione pandemica, con l’Rt nazionale sceso da 0,97 a 0,84.

L’interpretazione del Dpcm

La rilevazione di questa settimana, quella relativa al periodo tra il 18 ed il 24 gennaio, ha mostrato dati da zona gialla per tutte le regioni, con l’unica esclusione dell’Umbria. Già settimana scorsa la maggior parte dell’Italia aveva fatto registrare un netto miglioramento, con dati da ‘zona gialla’. Ma il passaggio non c’era ancora stato, perché servivano due rilevazioni consecutive per il cambio di zona.

A questo proposito, c’erano dubbi sull’interpretazione del Dpcm e sulla considerazione dei 14 giorni, se legati ai dati oppure al giorno dell’ordinanza. I tecnici hanno chiarito che servono due monitoraggi consecutivi e, dunque, 14 giorni netti di dati migliori, per poter passare ad una zona meno restrittiva. Così è arrivata la nuova classificazione per numerose regioni, ben più di quelle di cui si parlava.

L’indice Rt settimanale nelle varie regioni

Abruzzo: 0,81
Alto Adige: 0,80
Basilicata : 0,91
Calabria: 0,82
Campania: 0,97
Emilia Romagna: 0,77
Friuli Venezia Giulia: 0,68
Lazio: 0,73
Liguria: 0,87
Lombardia: 0,84
Marche: 0,88
Molise: 1,51
Piemonte: 0,82
Puglia: 0,90
Sardegna: 0,81
Sicilia: 0,98
Toscana: 0,95
Trentino: 0,56
Umbria: 0,96
Valle d’Aosta: 0,82
Veneto: 0,61

Cosa si può fare nelle varie zone

Scopri le Offerte


    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Auto

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati