Ford: allo studio la produzione interna delle batterie per i veicoli elettrici

Lo ha annunciato il CEO del marchio Jim Farley

Ford: allo studio la produzione interna delle batterie per i veicoli elettrici

La scorsa estate Ford aveva escluso l’ipotesi di produrre internamente le batterie per i propri veicoli elettrici e ibridi, ma ora la casa dell’Ovale Blu sembra aver cambiato completamente idea. È stato Jim Farley, amministratore delegato del marchio, a parlarne: “Stiamo discutendo della produzione di batterie – le parole alla Reuters – È naturale, con l’aumento dei volumi dei veicoli elettrici”.

I motivi dell’inversione di rotta

Secondo quanto riportato dalla stessa agenzia, l’inversione di rotta di Farley sarebbe dovuta non solo a questo aumento dei volumi, ma anche perché i produttori di batterie potrebbero presto non essere più in grado di soddisfare interamente le richieste di mercato. Ed è una strada su cui stanno lavorando già altri costruttori, investendo miliardi di dollari, come General Motors e Tesla.

C’è da dire che, rispetto ad altre case, l’Ovale Blu sta adottando una strategia meno aggressiva sull’elettrico: attualmente in gamma sono presenti la Mustang Mach-E ed il veicolo commerciale a zero emissioni appena presentato, e-Transit.

L’elettrico a basso costo

Prossimamente arriverà anche il pick-up F-150 elettrico, ma la sfida del marchio americano arriverà nel prossimo futuro, quando l’intenzione è il lancio di almeno un modello a basso costo. “Non andremo sul mercato con modelli da 100.000 dollari e oltre. Questi veicoli saranno accessibili”, aveva dichiarato, poche settimane fa, lo stesso amministratore delegato del marchio.

L’obiettivo è quello di un line-up con un prezzo di partenza attorno ai 20.000 dollari (circa 17 mila euro), per poi salire fino a 70.000 dollari per i modelli più costosi.

Rate this post

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati