Ford Mustang: tenta il burnout ma finisce contro un palo della luce [VIDEO]

Cercava di dare spettacolo, e alla fine ci è riuscito

Ford Mustang: tenta il burnout ma finisce contro un palo della luce [VIDEO]

La Ford Mustang, un’auto tanto amata dagli americani e non solo, perfetta per chi ricerca tanta potenza e un look esotico ad un prezzo abbastanza accessibile. C’è chi la definisce come l’auto che può assicurare “i cavalli più a buon mercato” però c’è sempre da ricordarsi che si tratta di una vettura sportiva, non sempre facile da gestire. A farne le spese questa volta è un giovane ragazzo americano: il suo burnout non è proprio andato a buon fine. 

Sappiamo che negli Stati Uniti, la stampa automobilistica si esprime continuamente contro la poca possibilità di controllo delle Mustang più potenti, più volte definite come “auto pericolose”. Il pubblico sembra ascoltare poco ciò che i giornalisti hanno da dire anche perché le vendite della più iconica delle muscle car Americane non sembrano risentire minimamente del giudizio della critica. 

Il video che vi proponiamo oggi arriva direttamente da una parte ignota dell’America centrale: un giovane proprietario di una Mustang elaborata ha effettuato uno scenografico burnout prima di schiantarvi malamente contro un palo della luce. L’impatto è stato abbastanza violento, tanto da accartocciare completamente il cofano riportando gravi danni dall’anteriore dell’auto. 

La clip video è molto corta, dura solo 5 secondi, ma crediamo si tratti di una Mustang di quinta generazione. Probabilmente una versione normale, nessuna Shelby o edizione speciale, ma con uno scarico modificato. Potrebbe essere elaborata, quindi con una potenza compresa tra i 400 e i 600 CV, ma non abbiamo ulteriori informazioni sull’auto, se non che probabilmente avrà bisogno di un salto dal meccanico. 

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati