Renault lancia le nuove motorizzazioni benzina TCe FAP e diesel Blue dCi

Rispondono ai requisiti della norma di omologazione Euro 6 D temp

In un'ottica di riduzione delle emissioni inquinanti Renault presenta le nuove tecnologie dei filtri antiparticolato (FAP) per i motori benzina e della riduzione catalitica selettiva (SCR) per i diesel
Renault lancia le nuove motorizzazioni benzina TCe FAP e diesel Blue dCi

Nell’ottica di fornire propulsori termici caratterizzati sempre più da emissioni ridotte, Renault ha fatto sapere di aver concepito una inedita gamma di motori che beneficerà di una nuova serie di tecnologie di riduzione delle emissioni per offrire performance ambientali ancora più ecosostenibili. Nello specifico le nuove motorizzazioni godranno di filtri antiparticolato per motori benzina e riduzione catalitica selettiva SCR per i propulsori diesel. I nuovi propulsori, che rispondono ai requisiti della norma di omologazione Euro 6 D temp, inaugureranno anche la nuova denominazione riservata ai propulsori in questione: TCe FAP per i motori benzina a iniezione diretta e Blue dCi per i diesel.

I nuovi motori benzina a iniezione diretta TCe FAP del Gruppo Renault integrano da oggi un filtro antiparticolato in corrispondenza del sistema di scarico. Questa tecnologia, già utilizzata per i motori a gasolio, libera i gas di scarico dalle polveri sottili che contengono trattenendole in una struttura microporosa alveolare che, a intervalli regolari, si rigenera automaticamente. La Kadjar sarà il primo veicolo del Gruppo Renault ad approfittare di questi progressi tecnologici con due livelli di potenza: TCe 140 FAP e TCe 160 FAP. Questo motore da 1.3 litri di cilindrata, disponibile in abbinamento con cambio manuale o automatico, “propone maggiori potenze, una coppia motrice massima disponibile a bassi regimi e consumi ottimizzati”.

I nuovi propulsori Blue dCi vantano un catalizzatore di ossidazione, comprensivo da oggi della tecnologia di riduzione catalitica selettiva (SCR), posizionato nel sistema di scarico. Il catalizzatore, funzionando con una soluzione a base di urea (Adblue), consente, oltre a una maggiore eliminazione delle emissioni di biossido di azoto (NOx), anche una migliore efficienza e performance del motore. Dacia Duster sarà il primo veicolo del Gruppo Renault a essere dotato di questo sistema con il motore Blue dCi 115. Le nuove tecnologie dei filtri antiparticolato (FAP) per i motori benzina e della riduzione catalitica selettiva (SCR) per i diesel verranno progressivamente estese a tutte le gamme delle marche del Gruppo.

Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati