attiva


Tesla Supercharger: aumentato di circa il 35% il costo della ricarica

Il prezzo in Italia è salito a 0,66 euro per kWh

Tesla Supercharger: aumentato di circa il 35% il costo della ricarica

L’aumento del costo dell’energia elettrica ricade anche sulla mobilità a zero emissioni e, in particolare, sui costi di ricarica. Dopo i rincari delle scorse settimane da parte di più di un operatore, è arrivata anche la salita dei prezzi per le colonnine rapide Tesla Supercharger. Con una crescita di circa il 35% dei costi.

Si sale a 0,66 euro/kWh

La casa americana, infatti, ha inviato una mail ai clienti di tutta Europa, annunciando un rincaro del rifornimento della propria tariffa: in Italia è passato da 0,49 a 0,66 euro al kWh, appunto quasi il 35%. Un salasso non indifferente, tuttavia in linea con quanto è aumentata l’energia elettrica e quanto fatto anche dagli altri operatori. Anche se qualcuna propone delle tariffe agevolate in abbonamento, una politica non utilizzata (almeno attualmente) da parte di Tesla.

La volontà del marchio americano, già sperimentata in alcuni paesi europei con qualche colonnina rapida, è quella di estendere l’utilizzo dei propri Supercharger anche alle vetture elettriche di altre case, ovviamente compatibili con le potenze di ricarica. L’esperimento è, per ora, stato avviato in Olanda, Francia e Norvegia.

Un problema per l’elettrico

Questi pesanti rincari arrivano in un momento molto delicato per il settore automotive, in cui le politiche stanno spingendo in massa verso il passaggio alle auto elettriche, o quanto meno elettrificate. Anche i carburanti sono schizzati alle stelle da qualche mese, però, con questo aumento del costo dell’energia, il risparmio di chi utilizza una vettura elettrica, rispetto ad una termica, sta diventando sempre più ridotto pensando al costo per fare un pieno.

Rate this post
Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli correlati