24 Ore di Le Mans: la Ford GT trionfa in classe GTE Pro

Dopo 50 anni la GT torna a vincere a la Sarthe. Riproposto il duello contro la Ferrari

24 Ore di Le Mans 2016 - Dopo 50 anni dalla prima vittoria, la Ford GT #68 del Chip Ganassi Racing Team USA, trionfa nella classe GTE Pro con i piloti Dirk Muller, Joey Hand e Sebastien Bourdais, al termine di una lotta contro la Ferrari #82 del Risi Competizione. Non sono mancate le polemiche, durante e nel post-gara.

La Ford conclude il suo ritorno a Le Mans con una vittoria. Esattamente 50 anni fa (1966) la casa americana vinceva per la prima volta assoluta alla classica francese, mentre nella giornata di ieri ha conquistato una vittoria di classe. Proprio un anno fa venne annunciato il ritorno della Casa di Detroit con la nuova GT, costruita secondo i regolamenti GTE sulla base della GT stradale che uscirà nel 2017.

Già nelle Prove Libere e Qualifiche 1 di mercoledì 15 giugno, assieme alla Ferrari, si è subito imposta nelle prime posizioni, lo stesso nelle Qualifiche 2 e 3 del giorno dopo, stabilendo la Pole Position con la vettura #68. Ricordiamo che, per la gara francese, la Ford ha messo in campo 4 vetture, gestite dal Chip Ganassi Racing, con i Team UK e USA da 2 vetture ciascuno.

In occasione della gara, la #67 (Team UK) è costretta a dirigersi ai box ancora prima del via per un problema alla frizione. La partenza è avvenuta sotto il regime di Safety Car a causa della pioggia intensa, piombata pochi minuti prima delle 15. Dopo 45 minuti di SC, la direzione gara da il via libera e subito la Ford #68 è costretta a difendersi contro la Ferrari #82 del Risi Competizione, unico team della Casa di Maranello a contrastare lo squadrone americano, a causa dei ritiri nella notte delle due Ferrari 488 GTE di AF Corse.

Tra le 4 vetture portate in gara, la #68 e #69 del Team USA, sono quelle messe meglio. Per gran parte della gara, la prima posizione viene alternata con la Ferrari, quest’ultima riesce a conquistare la prima posizione, nonostante la grande velocità sul dritto della Ford. Nella notte la #68 sembra non sembra rispettare una Slow Zones, ma la direzione gara non si pronuncia. La stessa vettura subisce un drive through per essere ripartita con il motore accesso dal box. Il regolamento prevede infatti la ripartenza nella piazzola della pit lane con il motore spento.

A 3 ore dal termine, la Ferrari va in testacoda in uscita dalle Curve Porsche, perdendo quasi un minuto e dando via libera alla Ford #68. Quest’ultima segnala alla direzione gara riguardo ad un malfunzionamento di una luce sulla 488, obbligandola ad andare ai box a ripararla, cosa che però la Ferrari non fa, nonostante l’esposizione della bandiera nero arancio.

L’equipaggio della Ford #68 gestisce la gara fino alla bandiera scacchi, vincendo davanti alla Ferrari e dall’altra Ford (#69). Sul podio festeggia anche Henry Ford III (Global Marketing Manager di Ford Performance) nonchè figlio di Henry Ford II, che andò sul gradino più alto del podio 50 anni fa assieme ai vincitori Chris Amon e Bruce McLaren.

Nel post-gara, la Ford #68 viene penalizzata di 50 secondi per aver ignorato la Slow Zones, a seguito di una protesta presentata da Risi Competizione, e altri 20 secondi per aver trovato un difetto ai sensori di velocità delle ruote. Con queste penalizzazioni è la Ferrari a trionfare ma, con i 20 secondi di penalità (oltre a 5.000 Euro di multa per il team) per aver ignorato la bandiera nera e arancio, la classifica non comporta dei cambiamenti.

Scopri le Offerte


    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Auto

    Lascia un commento

    1 commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    • Fabrizio ha detto:

      Se la ferrari 488 gte n.82 di toni vilander non faceva testacoda alle curve porsche avremmo potuto vincere…..in quel momento eravamo a 2.8 sec dalla ford! Per non dimenticare le ferrari Ag corse n 51 e 71 con innumerevoli problemi…! Cmq la 488 gte è una gran bella macchina ma un po troppo fragile! FORZA FERRARI ! ! !

    Articoli correlati