Aston Martin Vulcan: arriva a Ginevra la nuova hypercar britannica

Un video ne suggerisce nome e suono

Il Salone di Ginevra è impreziosito ulteriormente dalla nuova hypercar della Aston Martin, una vettura indicata già come degna rivale di Ferrari e McLaren
Aston Martin Vulcan: arriva a Ginevra la nuova hypercar britannica

Aston Martin VulcanVulcanica come il suono del suo motore, corposo e funesto tra gli oscuri cordoli di un breve video che anticipa la prossima vettura della Aston Martin. Sarà mostrata a Ginevra assieme alla affascinante e sportiva Vantage GT3.

Vulcan è il nome, ed è l’unica cosa che è stata anticipata dalla casa britannica che ha semplicemente rilasciato una sequenza di immagini molto scure, da cui emerge prorompente il sibilo di un potente motore, probabilmente con architettura a V. Il suono accompagna lo spettatore solo per un attimo, mentre la vettura si destreggia tra i cordoli di un misterioso circuito. Il ritmo è incalzante, come la sequenza di marce che amplifica l’urlo sibilante del propulsore, dall’anima vorace d’asfalto e l’instancabile muscolatura metallica sotto il cofano.

Sentendo proprio il suono del motore, si può ipotizzare la presenza di un V12 da almeno 750 cavalli, come quello sviluppato per la One-77. Ma per ora sono solo congetture. Non si conoscono ad esempio le altre caratteristiche, ad esempio potenza e coppia, o se questo sia abbinato ad altri motori elettrici per amplificarne la potenza e diminuire i consumi. Allo stesso tempo si possono solo ipotizzare i materiali usati per lo sviluppo dell’auto, senza dimenticare le forme gelosamente celate dall’oscurità del video.

I dettagli su questa hypercar sono dunque limitati, come suggerito anche dai colleghi di Autocar, ma alcune indiscrezioni rivelano che questa possa essere destinata solo ad un uso in pista, come le già note Ferrari FXX K e McLaren P1 GTR. Si ritiene che possa essere prodotto in un numero limitato di esemplari, forse trenta, abbinate a uno specifico programma destinato a facoltosi clienti interessati.

Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati