Blocco traffico Piemonte: tornano gli stop alle auto dal 1° ottobre

Non sono previsti blocchi per i diesel Euro 6

Blocco traffico Piemonte: tornano gli stop alle auto dal 1° ottobre

A partire da domani, giovedì 1 ottobre, tornano i blocchi del traffico in Piemonte, validi fino al 31 marzo 2021. Alcuni stop sono in vigore per l’intero periodo, indipendentemente dalla situazione dell’aria, mentre altri verranno adottati in caso di superamento delle soglie di PM10, con il cosiddetto semaforo antismog. E, ci sono novità, rispetto alle indiscrezioni dei giorni scorsi.

Gli stop validi fino al 31 marzo 2021

Le limitazioni strutturali prevedono lo stop dei veicoli adibiti a trasporto persone e merci a benzina, gpl e metano Euro 0 ed i diesel fino ad Euro 2 dalle 0 alle 24. Stop per i veicoli per trasporto persone e merci diesel Euro 3 dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 18.30, mentre lo stop ai diesel Euro 4 è rimandato a gennaio 2021. Non potranno circolare motocicli a benzina Euro 0.

Il semaforo antismog

Se la situazione dell’aria diventa critica, allora entrerà in vigore anche il semaforo antismog. In caso di superamento per quattro giorni consecutivi della soglia di 50 microgrammi per metro cubo di PM1 il semaforo è arancione. In questo caso, oltre ai blocchi già citati, si fermano i veicoli per trasporto persone diesel fino ad Euro 5 dalle 8.30 alle 18.30 (festivi compresi). Mentre i veicoli per trasporto merci fino a diesel Euro 4 sono fermi dalle 8.30 alle 18.30 dal lunedì al venerdì e dalle 8.30 alle 12.30 il sabato ed i festivi.

Se viene superata la soglia per 10 giorni consecutivi, invece, il semaforo diventa rosso. Ai precedenti divieti, si fermano i veicoli per trasporto merci fino a diesel Euro 4 tutti i giorni dalle 8.30 alle 18.30 ed i veicoli per trasporto merci Euro 5 dalle 8.30 alle 12.30. Non è stato annunciato, invece, l’ulteriore step previsto (semaforo viola), in cui si sarebbero fermati anche i diesel Euro 6.

I comuni coinvolti

Questi i comuni coinvolti nei blocchi: Torino, Moncalieri, Collegno, Rivoli, Nichelino, Settimo Torinese, Grugliasco, Chieri, Venaria Reale, Orbassano, Rivalta di Torino, San Mauro Torinese, Beinasco, Leinì, Volpiano, Pianezza, Vinovo, Caselle Torinese, Borgaro Torinese, Santena, Trofarello, La Loggia, Mappano, Cambiano, Carmagnola, Chivasso e Ivrea; Novara e Trecate, Alessandria, Casale Monferrato, Novi Ligure, Tortona, Asti, Vercelli, Bra e Alba.

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

1 commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Riccardo bacchiega ha detto:

    Ringrazio la solerte sindaca e i suoi complici che per tutto il periodo del covid nessuno li ha sentiti, ma che per bloccare poveri cristi in un periodo di piena emergenza ritorna a farsi sentire, ne avremo fatto di sicuro a meno specialmente in questo periodo, mi spiace solo averla votata, ricordo le parole in campagna elettorale che affermava che i blocchi erano inutili, ma adesso che è li sulla poltrona si presta alle manovre economiche dei costruttori a discapito dei comuni cittadini, grazie a nome di tutte le persone che non arrivano a fine mese e che di sicuro non possono permettersi di cambiare automobile ovviamente molto recente e molto costosa, ma tanto a loro che gli frega con quello che guadagnano!

Articoli correlati