Citroen: la piccola elettrica Ami in primo piano a marzo [VIDEO]

Il video ufficiale del Double Chevron sull'ultimo mese

Citroen ha messo in prima pagina la piccola citycar elettrica Ami per il mese di marzo 2020. Ma il video ufficiale del Double Chevron parla anche delle vendite di Berlingo e delle iniziative per la C3 e la C5 Aircross
Citroen: la piccola elettrica Ami in primo piano a marzo [VIDEO]

Il mese di marzo 2020 è finito ed è stato uno dei più difficili della storia recente, per l’emergenza Coronavirus, ma non sono mancate alcune presentazioni ed eventi, nella prima parte del mese. Citroen ha messo in primo piano l’anteprima mondiale della Ami, la piccola citycar elettrica, ma anche le tante vendite di Berlingo oppure alcune iniziative con C3 e C5 Aircross.

La nuova citycar elettrica Citroen Ami

Partendo dalla nuova piccola citycar a zero emissioni, presentata a La Defense Arena di Parigi. Una lunghezza di soli 2,41 metri e con diametro di sterzata di 7 metri, destinata a muoversi con agilità all’interno dei contesti cittadini, dove può entrare anche nelle ZTL e trovare facilmente parcheggio.

L’autonomia dichiarata dal marchio transalpino è di 70 chilometri, grazie alla batteria da 5,5 kWh ricaricabile in tre ore con una presa domestica. Può essere guidata a partire da 14 anni, con il patentino. Le prime consegne in Francia da giugno, nei mesi successivi anche in Italia.

Le vendite di Berlingo e le iniziative C3 e C5 Aircross

La novità elettrica si è presa la prima pagina per il Double Chevron, ma c’è stato anche il traguardo tagliato da parte della terza generazione della Citroen Berlingo, che ha superato le 200.000 vendite nel mondo, tra vettura e veicolo commerciale del mondo.

Più venduta per la casa francese c’è solamente la Citroen C3 e quest’ultima è tornata in TV con la campagna by Eric Judor per mettere in risalto le possibilità di personalizzazione. Infine, la Citroen C5 Aircross con al volante il campione di windsurf Matteo Iachino.

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati