Ferrari, siglato l’accordo per la presenza all’Expo di Shanghai

Ferrari, siglato l’accordo per la presenza all’Expo di Shanghai

L’Expo di Shanghai si è ormai chiusa quasi un anno fa, ma alcuni padiglioni, come quello italiano, hanno continuato a vivere, alla luce del successo e dell’interesse sollevato dalle loro installazioni. La Ferrari era già stata presente nel padiglione italiano con la sua Hy-Kers, la prima auto ibrida del Cavallino Rampante, e ora ha siglato un accordo con il presidente dello Shanghai Expo Development Group, Ding Hao, per la permanenza del marchio di Maranello in un suo ampio spazio espositivo personale. L’accordo avrà una durata di tre anni.

«Ci fa molto piacere – ha detto Montezemolo – avere la possibilità di poter mostrare al grande pubblico cinese la Ferrari. Questa esposizione permanente rafforza ulteriormente il già profondo legame tra la Ferrari e la Cina, dove siamo presenti ufficialmente dal 2004 ma dove già nel 1992 vendemmo la primissima vettura. Un successo commerciale che ha visto crescere sempre più l’importanza di questo mercato che con la fine dell’anno arriverà ad essere secondo solo agli Stati Uniti. Una passione e un’attenzione che ci dedicano anche i tantissimi tifosi di Formula Uno che ci sostengono con grande calore sin dalla prima edizione del Gran Premio della Cina, vinta dalla Scuderia sul circuito di Shanghai nel 2004. La Ferrari – ha concluso – vuole far conoscere ancora più a fondo la propria cultura e i propri valori, l’alta tecnologia, lo stile e il design di un brand che è sempre più apprezzato in questo grande Paese.»

Lo spazio espositivo rappresenterà una sorta di piccolo museo Ferrari, che gli appassionati cinesi potranno vedere e apprezzare. Così facendo gli sarà possibile spostare la loro attenzione anche sulle altre esposizioni del nostro paese, presenti al padiglione permanente.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati