Garage Italia passa alla holding svizzera Youngtimers

Operazione d'internazionalizzazione per l'atelier fondato da Lapo Elkann

Garage Italia passa alla holding svizzera Youngtimers

Garage Italia, atelier milanese fondato da Lapo Elkann, passa alla holding svizzera Youngtimers. Con una complessa operazione finanziaria, Lapo Elkann ha ceduto il controllo di Garage Italia al gruppo elvetico, di cui lo stesso erede dell’Avvocato diventa uno dei principali azionisti.

La Youngtimers, società attiva nel commercio di auto da collezione, ha approvato un aumento di capitale di 35 milioni di franchi svizzeri utili a finanziare acquisizioni strategica. Un ruolo centrale nella ricapitalizzazione è stato ricoperto dalla L. Holding Srl di Lapo Elkann, diventando così azionista con il 23,04% del capitale, mentre Garage Italia Customs è stata acquisita dalla Youngtimers Asset Company, società controllate per interno dalla holding svizzera e diretta proprietaria della Youngtimers. Tra gli altri soci che affiancano Lapo Elkann ci sono il presidente Adam Lindemann, che possiede poco più del 3% del capitale, e il vice-presidente Clive Ng, che detiene il 23,04% del pacchetto azionario. 

Elkann: “Così Garage Italia si aprirà al mercato globale”

Mentre la sede della società rimarrà in Svizzera, gran parte delle attività, comprese quelle di sviluppo mercato, produzione contenuti e personalizzazione, verranno portate avanti negli uffici milanesi di Garage Italia. Lapo Elkann, che manterrà la carica di presidente non esecutivo di Garage Italia, ha dichiarato: “Gli investimenti di Youngtimers contribuiranno a portare le nostre competenze e la conoscenza del settore automobilistico da collezione sul mercato globale. Abbiamo una grande visione e un forte team internazionale in Youngtimers AG, con Garage Italia che è una componente essenziale nella ‘equity story’ della società e la parte centrale del team, dimostrando la perdurante rilevanza di Milano come hub globale per l’innovazione e la leadership trasversale nel campo automobilistico, della moda, dello stile e del lusso di oggi”.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati