Incollata all’auto davanti per sfruttare il Telepass: così è riuscita a non pagare 145 pedaggi

Alla donna, accusata di truffa, Autostrade contesta oltre 6.600 euro

Incollata all’auto davanti per sfruttare il Telepass: così è riuscita a non pagare 145 pedaggi

In prossimità del casello si attaccava a pochi centimetri all’auto che aveva davanti e non appena la sbarra del Telepass si alzava per far passare la prima vettura, lei accelerava e accodandosi riusciva a passare senza pagare il pedaggio.

In questo modo, secondo l’accusa, una donna residente in provincia di Milano, avrebbe eluso un gran numero di pagamenti ai caselli autostradali. Sarebbero ben 145 i passaggi “gratuiti” al casello, effettuati in cinque mesi (da luglio a dicembre 2018) dalla donna a bordo della sua Peugeot. Un illecito continuato per il quale Autostrade per l’Italia ora gli contesta una somma sostanziosa, quantificata in 6.632,56 euro.

Più passaggi “gratis” al giorno

La donna, che dovrà rispondere all’accusa di truffa, percorreva abitualmente un gran numero di chilometri, spostandosi su e giù per l’Italia, superando, sempre senza pagare, anche più caselli al giorno, come quando avrebbe saltato il pagamento del pedaggio in cinque stazioni diverse, tra Lombardia e Toscana.

In passaggi “in coppia” con l’auto o i camion davanti, comportamento per altro pericoloso anche per gli altri automobilisti, sono stati ripresi della telecamere, in particolar modo nel fiorentino, ma episodi identici sono stati registrati anche a Milano, Bologna, Bergamo e in altri punti della rete autostradale. In gran parte dei passaggi al casello l’importo del ticket non pagato è simile: tra i 60 e i 70 euro.

5/5 - (1 vote)
Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Array
(
)