Lamborghini Centenario, un nuovo affascinante esemplare fotografato a Parigi [FOTO]

Livrea bianca, dettagli neri e striscia col tricolore italiano

Lamborghini Centenario - Una spettacolare Lamborghini Centenario con abito bianco e striscia col triocolore italiano è stata immortalata tra le strade di Parigi. Si tratta dell'esemplare, uno delle 20 coupé previste, consegnato al suo facoltoso proprietario: lo sceicco del Qatar Hamad bin Khalifa Al Thani.

Dopo la Lamborghini Centenario in Nero Nemesis immortalata in Germania, un altro esemplare in consegna dei 20 modelli coupé dell’audace supercar che saranno prodotti in totale è stato fotografato sulle strade di Parigi.

Inevitabilmente la Centenario ha attirato l’attenzione e gli sguardi di chi l’ha vista muoversi tra le strade della capitale francese, anche perché l’originale livrea di questo esemplare contribuisce a non far passare inosservata l’esclusiva supercar di Sant’Agata Bolognese.

La Lamborghini Centenario in questione è di proprietà dello sceicco del Qatar Hamad bin Khalifa Al Thani che ha scelto un look inedito che finora non avevamo ancora visto su questo modello del Toro. Mentre l’aspetto della Centenario presentata a Ginevra lo scorso anno era caratterizzata dalla livrea in grigio fibra di carbonio con inserti gialli, lo sceicco qatariota ha personalizzato la sua vettura con esterni in bianco opaco arricchiti da una serie di dettagli in nero opaco tra i quali il tetto, lo splitter anteriore, i montanti, le minigonne laterali, il paraurti posteriore e il diffusore. A completare la veste estetica c’è la striscia col tricolore italiano che si estende su tutta la lunghezza dell’auto, oltre ad alcuni inserti in blu brillante e alle ruote con cerchi verniciati in nero.

Probabilmente quella dello sceicco del Qatar è la Lamborghini Centenario più affascinante tra le diverse configurazioni estetiche e combinazioni cromatiche viste finora.

Foto: Goran Photography, C-D Photography e Autogespot.nl

Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati