McLaren Speedtail: il primo esemplare lascia la fabbrica di Woking [VIDEO]

Nuovo bolide da 1.050 CV

La McLaren Speedtail si fa vedere in movimento per la prima volta mentre lascia l'impianto di Woking. Prodotta in sole 106 unità, l'Hyper-GT britannica è dotata di posizione di guida centrale ed è in grado di sfrecciare fino a 403 km/h.
McLaren Speedtail: il primo esemplare lascia la fabbrica di Woking [VIDEO]

La McLaren Speedtail, svelata qualche giorno fa dal costruttore britannico, si mostra per la prima volta in “carne e ossa”. La nuovissima Hyper-GT è pronta a sedurre facendosi vedere in azione, con i primi passi ufficiali raccontati dal breve video qui sopra pubblicato dalla concessionaria McLaren di Newport Beach.

106 pezzi

Nel filmato possiamo apprezzare le forme del primo esemplare della McLaren Speedtail mentre lascia l’impianto di Woking e s’avvia a girare il mondo per farsi conoscere dagli appassionati. La Speedtail, che sarà prodotta in serie limitata di soli 106 esemplari (già tutti venduti) con prime consegne programmate per il 2020, è il nuovo membro della gamma Ultimate Series di McLaren.

Design divisorio

L’hypercar a tre posti di McLaren, erede spirituale della F1, rafforza la distintiva posizione di guida centrale. Il caratteristico abitacolo si nasconde dietro un design esterno sinuoso, tagliente e aerodinamico dando forma ad una vettura “a goccia”. L’estetica della Speedtail già divide l’opinione tra scettici ed entusiasti come mai finora era successo con un modello realizzato da McLaren.

Top speed di 403 km/h

Sotto il cofano della McLaren Speedtail c’è un powertrain ibrido benzina-elettrico capace di erogare 1.050 CV di potenza. In attesa che vengano svelati i dati tecnici della motorizzazione ibrida, il costruttore britannico ha anticipato che la nuova Hyper-GT è in grado di scattare da 0 a 300 km/h in appena 12,8 secondi, un’accelerazione bruciante che la lancia fino ad una velocità massima raggiungibile di 403 km/h.

Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati