Mercedes: 60 miliardi di euro per accelerare nell’elettrico

Il business plan approvato da Daimler riguarda il periodo 2022-2026

Mercedes: 60 miliardi di euro per accelerare nell’elettrico

Il consiglio di sorveglianza di Daimler, nel corso della riunione odierna, ha approvato il business plan Mercedes riguardante il periodo 2022-2026, dando il via al piano strategico per diventare completamente elettrica.

In seguito allo spin-off di Daimler Truck, adesso la casa automobilistica tedesca si concentrerà costantemente su opportunità di profitto e crescita nel settore delle vetture e dei furgoni. Per la trasformazione in un futuro guidato dal software e senza emissioni, il Supervisory Board ha firmato un piano di investimenti da oltre 60 miliardi di euro da apportare fra il 2022 e il 2026.

Sebbene la società preveda di ridurre gli investimenti, le spese in ricerca e sviluppo per l’elettrificazione della gamma e le misure di digitalizzazione, comprese quelle riguardanti la guida autonoma, resteranno invariate.

Ola Kallenius, amministratore delegato di Daimler AG e Mercedes-Benz AG, ha detto: “Il nostro obiettivo è la leadership tecnologica nel segmento automobilistico di lusso e nell’area dei furgoni premium, pur rimanendo fedeli ai nostri ambiziosi obiettivi di margine. Mercedes-Benz ha le carte in regola: una strategia chiara, un team altamente qualificato e motivato, nonché un forte sostegno da parte dell’intero consiglio di sorveglianza. Con le auto più desiderabili vogliamo crescere in modo redditizio e creare valore sostenibile per i nostri clienti, dipendenti, azionisti e partner”.

L’azienda mira ancora a raggiungere gli obiettivi di margine annunciati in precedenza

L’approvazione da parte del consiglio di sorveglianza del piano industriale di Mercedes rafforza l’impegno dell’azienda a raggiungere, in modo sostenibile, gli obiettivi di margine comunicati ad ottobre 2020 e ribaditi a luglio 2021, anche in un periodo in cui si sta accelerando verso un’era esclusivamente elettrica.

Una leva importante per raggiungere questo obiettivo è aumentare i ricavi netti per veicolo. Inoltre, si sta cercando un graduale passaggio a un modello di vendita diretta, che includa il controllo sui prezzi.

L’aumento delle entrate dai servizi digitali sosterrà ulteriormente i risultati. Il piano di investimento per il periodo 2021-2026 rimane in linea con l’obiettivo di ridurre le spese in conto capitale e di ricerca e sviluppo di oltre il 20% tra il 2019 e il 2025 e di ridurle ulteriormente oltre tale data.

5/5 - (1 vote)

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati