Noleggio, nel primo trimestre del 2015 si sale del 37%

Positive anche le vendite ai privati

La pressione fiscale sulle imprese non ferma il noleggio che nel primo trimestre dell'anno ha fatto segnare un trend positivo con un buon +37%. Risultati positivi sono arrivati sia dal noleggio a breve termine sia da quello a lungo termine
Noleggio, nel primo trimestre del 2015 si sale del 37%

Noleggio – Il settore del noleggio sale nel primo trimestre dell’anno con un buon +37%, grazie da una parte a quello breve termine, con il forte “inflottamento” per le esigenze legate all’Expo di Milano, e dall’altra grazie a quello a lungo termine con i rinnovi dei contratti rinviati negli anni precedenti, passati dai classici 24 mesi agli attuali 47 mesi, che hanno consentito di ridurre i canoni pagati dalle imprese.

Nonostante la pressione fiscale sulle imprese il noleggio sta funzionando da sostegno finanziario alle aziende in crisi di liquidità e alle prese con il ritardo dei pagamenti della Pubblica Amministrazione, confermandosi perfetto strumento per superare le restrizioni della spending review per le flotte pubbliche. Segno più anche per le vendite a privati, +13,5%, con circa 93.000 immatricolazioni, che nel trimestre si è tradotto in un tiepido incremento del 7,4%. “La crescita è dovuta soprattutto al noleggio” ha commentato Massimo Nordio, Presidente dell’UNRAE, l’Associazione delle Case Automobilistiche estere. “Quando anche il canale privati mostrerà un rateo di crescita adeguato al potenziale inespresso, allora potremo dire di essere fuori dal tunnel. Tuttavia rileviamo alcuni segnali importanti, ad esempio, l’indice di fiducia dei consumatori e degli imprenditori è in aumento e l’occupazione in febbraio secondo l’Istat è cresciuta di 93.000 unità (+0,4%) rispetto allo stesso mese 2014. Pertanto, in uno scenario che oggettivamente migliora per cogliere queste opportunità è necessario uno stimolo che aiuti le famiglie a rinnovare la propria vecchia auto. E non stiamo chiedendo incentivi, non li vogliamo, desideriamo che continui il processo di sostegno alle famiglie del Governo Renzi, adottando, perché no, il progetto della detraibilità di parte dei costi di acquisto proposto dall’UNRAE”.

La crescita del noleggio nel mese di marzo si è attestata sul +23,1%, portando la quota di mercato al 28,6% del totale, con l’immatricolazione nel 1° trimestre di 110.700 vetture a noleggio che, come detto, segnano un incremento del 37%, una quota che copre più di 1/4 dell’intero mercato. Crescita a doppia cifra in marzo anche per tutte le alimentazioni che compongono il mercato, ad eccezione del metano, in aumento comunque del 5,6%, e delle elettriche, in forte ascesa +138,7%, vista la scadenza per immatricolare i veicoli prenotati entro il 31 dicembre con gli incentivi BEC.

Leggi altri articoli in Notizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati