Nuova Mini, già in preparazione la campagna pubblicitaria con Spike il Bulldog

Divertente anteprima mentre aspettiamo i nuovi motori

Nuova Mini - La piccola inglese sta per debuttare con la sua nuova variante, ma già è in preparazione il primo spot promozionale. Protagonista il simpaticissimo Spike, il Bulldog inglese per le strade di Los Angeles
Nuova Mini, già in preparazione la campagna pubblicitaria con Spike il Bulldog

Da sempre il marchio Mini si è distinto per la capacità di proporre auto nuove ed aggiornate senza per questo rinunciare alla propria storia. Così sarà anche per la nuova edizione della principale vettura della casa britannica, che a partire dal prossimo 18 novembre (pochi giorni prima della presentazione di Los Angeles) vedrà partire la sua campagna promozionale internazionale con quello che viene considerato un “vecchio amico”: Spike il Bulldog.

Il bulldog è una delle razze canine più caratteristiche dell’Inghilterra. Il suo allevamento nella terra d’Albione vanta una tradizione ormai secolare e non a caso Mini aveva già altre volte deciso di usare questa razza canina come protagonista dei suoi spot. Detto e fatto anche per quello nuovo: ci si è trasferiti a Los Angeles con una squadra di ben 120 tecnici, collaboratori e membri della crew in genere, per creare uno spot che potesse rispettare la tradizione e lo stile dell’auto. Ecco allora che Spike viene portato per la prima volta in giro su una Mini, dove naturalmente la sua attenzione viene idealmente attirata dalle nuove caratteristiche che la vettura porta al suo affezionatissimo pubblico, fino al punto di dover difendere la sua piccola “casetta semovente” da un cane molto più grande di lui.

Un intermezzo divertente mentre aspettiamo che arrivino anche altre novità succose dal punto di vista dei motori. La nuova Mini, infatti, presenterà alcune delle meccaniche più interessanti della storia del marchio, come ad esempio il nuovo tre cilindri turbo da 1.500 cc a benzina. Si tratta di una meccanica che punterà tutto sull’efficienza senza rinunciare alla potenza, grazie ad un ruggito di 136 CV e una coppia da 220 Nm disponibile a 1.250 giri di regime. Insomma, una potenziale best seller, tenendo conto anche della tradizione e della fedeltà degli appassionati Mini. Quelle non sono mai mancate in decenni di storia.

Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati