Patente di guida: quali mezzi non si possono guidare più dopo i 68 anni

Cosa dice l'articolo 115 del Codice della Strada

Patente di guida: quali mezzi non si possono guidare più dopo i 68 anni

La patente di guida, che a breve arriverà anche in versione digitale, è la licenza obbligatoria per poter condurre i veicoli a motore. È di diverse categorie, in base ai mezzi che possono essere guidati, e va rinnovata periodicamente, per continuare ad essere valida. Tuttavia, il Codice della Strada prevede un limite massimo di 68 anni di età per poter guidare determinati veicoli, oltre il quale non è più possibile rinnovare la licenza. Un limite aumentato da un po’ di anni, visto che la regola precedente prevedeva lo stop a 65 anni, seppur con l’introduzione dell’obbligo del rinnovo annuale.

Le categorie di patente

La patente A è quella dedicata alle moto, la patente B è quella più comune ed è dedicata alla guida delle automobili, oltre ai ciclomotori fino a 125 cc. La patente C è legata alla guida degli autoarticolati per il trasporto merci, mentre la D è necessaria per guidare autobus e pullman. In alcune di esse, poi, ci sono delle sottocategorie, legate all’età o alle caratteristiche del veicolo.

Il limite di 68 anni

Le patenti A e B sono potenzialmente rinnovabili senza limiti, previa tuttavia il superamento della visita medica da sostenere per ottenere il rinnovo. Diverso, invece, il discorso per le patenti C e D, dove appunto vige la regola dei 68 anni.

L’articolo 115 del Codice della Strada, infatti, spiega come i mezzi adibiti alla guida professionale non possono essere più guidati, quando si superano i 68 anni di età. Cioè camion, autotreni e autoarticolati adibiti al trasporto di cose e con massa superiore alle 20 tonnellate. La stessa regola vale anche per autobus, autocarri, autotreni, autosnodati e autoarticolati adibiti al trasporto di persone.

Inoltre, tra 65 e 68 anni di età, il rinnovo delle patenti C e D deve avvenire ogni anno. Per ottenerlo, serve uno “uno specifico attestato sui requisiti fisici e psichici a seguito di visita medica specialistica annuale – si legge nel comma 2 dell’art. 115 – con oneri a carico del richiedente, secondo le modalità stabilite nel regolamento”.

4/5 - (1 vote)
Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Array
(
)