Volkswagen ID.3: l’esperienza di guida di Massimo Nordio, AD di Volkswagen Group Italia

Facilità d'uso al top e raggio di sterzata sorprendente

Volkswagen ID.3: l’esperienza di guida di Massimo Nordio, AD di Volkswagen Group Italia

La Volkswagen ID.3, la nuova vettura 100% elettrica del marchio tedesco, è protagonista del racconto di Massimo Nordio, amministratore delegato di Volskwagen Group Italia, che sulla propria pagina LinkedIn ha condiviso la sua esperienza al volante della ID.3 che, come spiega lui stesso, guida ormai da qualche mese per spostarsi tra casa e ufficio, senza rinunciare ad esplorare tratte e percorsi diversi e più lunghi.

Abitacolo high-tech

Sottolineando che il paragone con un’auto tradizionale, intesa come con motore a combustione termica, non abbia molto senso, Nordio è stato subito sorpreso positivamente dal primo impatto con la ID.3 che, una volta saliti a bordo, offre immediatamente una sorta di proiezione nel futuro, grazie all’abitacolo high-tech che è sviluppato all’insegna delle funzionalità e del pragmatismo. In un evoluzione tecnologica che ha fatto sparire manopole e pulsanti, sulla ID.3 le funzioni dell’infotainment e della climatizzazione si gestiscono con i comandi vocali o tramite il grande display touch collocato al centro della plancia. 

La leva dietro al volante per selezionare la modalità di guida

Nordio sottolinea l’intuitività e la semplicità d’utilizzo della Volskwagen ID.3 che si focalizza essenzialmente sulla leva dietro al volante che viene azionata per avviare l’auto, così come per selezionare la modalità di guida (a bordo non c’è nessun pomello del cambio) tra le diverse impostazioni: D, drive, per la marcia avanti, B per attivare l’ottimizzazione della gestione della batteria, N per la folle, R per la retromarcia. 

Dinamismo e agilità sorprendenti

Risaputo della marcia silenziosa, l’ad di Volkswagen Group Italia si dice ogni volta stupito della guida dinamica e sicura che la ID.3 è in grado di fornire mettendo a disposizione tutta la coppia sin dall’inizio, rivelandosi particolarmente utile nella guida in città ed in situazioni di traffico. Ed è proprio nel contesto urbano che viene fuori un’altra delle caratteristiche della ID.3 che più ha sorpreso Nordio, ovvero il raggio di sterzata, tale da dare la sensazione di essere al volante di una city car per maneggevolezza e agilità, quasi dimenticandosi di star guidando un’auto che invece è lunga 4,2 metri, vale a dire quasi come una Golf. 

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati