Aston Martin V12 Speedster: gioiello da collezione per il Gino Car Invest [VIDEO]

Scopriamo la limited edition da 88 pezzi con Alessandro Gino

Aston Martin V12 Speedster: gioiello da collezione per il Gino Car Invest [VIDEO]

L’altissima esclusività della Aston Martin V12 Speedster, fascinosa supercar prodotta in appena 88 esemplari che le rendono una vettura da veri collezionisti, spiega facilmente come ci si trovi di fronte alla regina del progetto Gino Car Invest. Questa rara Aston Martin, che omaggia le vittorie sportive del passato della Casa inglese, è stata infatti selezionata per il progetto Gino Car Invest, l’iniziativa pensata dal Gruppo Gino con la quale vengono selezionate e proposte auto ad alto potenziale di rivalutazione.

Design d’antica ispirazione

Basta dare un’occhiata al video qui sopra, nel quale Alessandro Gino, general manager del Gruppo, ci parla della vettura per capire il perché la Aston Martin V12 Speedster sia un’auto ideale per un investimento in grado di ripagare ampiamente nei prossimi anni. Del resto parliamo di una due posti “scoperta” che ha tutte le carte in regola per conquistare gli appassionati, a partire dalla forte carica seduttiva di un design ed una livrea heritage ispirati alla Aston Martin DBR1 che trionfò alla 24 Ore di Le Mans del 1959. 

Fibra di carbonio e abitacolo “diviso” in due

Scorrendo con lo sguardo ogni singolo componente della Aston Martin V12 Speedster, infarcita di materiali pregiati tanto dentro quanto fuori, con un uso estensivo della fibra di carbonio, rivestimenti di qualità ad avvolgere i sedili ed eleganti inserti in cuoio ad impreziosire gli interni, si ha subito la sensazione di trovarsi di fronte ad un vero gioiello automobilistico.

Dotata del motore V12 biturbo 5.2 da 700 CV

Tanto bella quanto capace di esprimere dinamismo e performance elevate, una promessa che mantiene grazie alla sua dotazione meccanica e tecnica di altissimo livello. La Aston Martin V12 Speedster, che monta cerchi forgiati da 21 pollici e avanzato impianto frenante con dischi carboceramici, è spinta dal motore dodici cilindri biturbo da 5.2 litri che sviluppa 700 CV di potenza e 753 Nm di coppia massima. Al V12 è abbinato il cambio automatico ZF a 8 marce con differenziale posteriore a slittamento limitato. In termini di prestazioni, lo 0-100 km/h viene coperto in 3,5 secondi, mentre la velocità di punta è limitata elettronicamente a 300 km/h. 

Rate this post

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati