Bosch al CES 2017: la concept dalle tecnologie futuristiche [FOTO]

Una delle novità dell'auto è il riconoscimento facciale

Bosch - Al CES di Las Vegas, la multinazionale tedesca svela la concept dalle molteplici tecnologie, fra cui il riconoscimento facciale, che prefigura la mobilità del futuro, essendo un'auto connessa in grado di condividere e comunicare con gli altri automobilisti.

Prima giornata del CES di Las Vegas e le novità non mancano di certo, fra cui quelle in casa Bosch. La multinazionale tedesca, famosa per la produzione di componenti di auto e non solo, come nell’edizione 2016, porta una concept car dalle tecnologie futuristiche, prefigurando la mobilità del futuro. All’interno, al posto del volante tradizionale, ne compare uno rivestito in parte di legno e formato da due manici in stile cloche degli aerei. Inoltre, oltre ai vari schermi, è presente una grande schermata che scorre lungo la console centrale.

Tra le tante novità, l’auto dispone del riconoscimento facciale: il sistema è in grado di riconoscere il volto del conducente e di memorizzare tutti i parametri impostati precedentemente. Per eseguire le modifiche sul pannello di controllo, il conducente dovrà interagire con l’innovativo display collocato al centro della plancia, che si avvale di un sistema di controllo gestuale. E nella fase di parcheggio? Il prototipo Bosch, essendo un’auto connessa, condivide le informazioni con gli altri automobilisti, e tramite un cloud dà origine a una mappa di parcheggi, dando vita alla smart city, utile all’ottimizzazione dei servizi pubblici, la cosiddetta citta intelligente.

“Oggi i consumatori chiedono prodotti e servizi innovativi ad intervalli sempre più brevi – ha dichiarato Werner Struth, membro del consiglio di gestione di Bosch – “Vogliamo offrire alcuni prodotti e servizi che agiscono come un aiuto di personalizzazione del prossimo livello di connettività. In questo modo, contribuiremo a migliorare la qualità della vita.”

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati