Dallara Stradale: esaltazione del peso piuma e dell’aerodinamica

Dinamica di guida da supercar

Grazie al peso contenuto, a uno studio accurato della dinamica del veicolo e all’elevato carico aerodinamico, le prestazioni della nuova Dallara Stradale sono da vera e propria vettura da competizione.
Dallara Stradale: esaltazione del peso piuma e dell’aerodinamica

Dallara StradaleSvelata da pochi minuti, la prima vettura sportiva ad alte prestazioni regolarmente omologata per l’utilizzo su strada firmata Dallara Automobili sta già facendo parlare molto di sè per via delle sue caratteristiche tecniche di base. Come già riportato dalla stessa casa costruttrice di Varano de’ Melegari, la nuova Dallara Stradale è “un prodotto unico, progettato per esaltare le competenze chiave dell’azienda: strutture in fibra di carbonio, aerodinamica e dinamica del veicolo. In questo progetto c’è tutto ciò che abbiamo imparato dalle corse.”

Ed in effetti la Stradale mette in evidenza fin da subito uno studio accurato per ciò che concerne l’aerodinamica, la dinamica ed il peso della vettura, i tre campi in cui la Dallara è solita eccellere. Ad esempio, fa sapere il costruttore italiano, che il coefficiente di carico aerodinamico ottenuto, grazie allo sviluppo virtuale al CFD e a numerose sessioni in galleria del vento, ha consentito di ottenere valori di carico verticale (ossia di deportanza) pari a più di 820 kg alla velocità massima e quindi fra i più elevati tra le vetture GT stradali.

Per quanto concerne la dinamica di guida, invece, la cinematica delle sospensioni e la taratura di molle, barre e ammortizzatori della nuova Stradale sono state definite per elevare il compromesso fra aderenza e comfort. Le caratteristiche relative alla dinamica del veicolo sono state impostate, sviluppate e definite in numerose sessioni al Simulatore di guida Dallara dove esperti piloti collaudatori hanno strettamente collaborato con tecnici ed ingegneri per definire le specifiche delle sospensioni adatte ad offrire al guidatore un eccezionale piacere di guida.

A livello di peso, la Dallara Stradale può fermare l’ago della bilancia a soli 855 kg grazie ad un esteso utilizzo di materiali compositi con fibre di carbonio. A tal riguardo specifica Dallara: “I materiali e i processi di trasformazione sono guidati dalla logica “materiali e processi adatti alla funzione”: preimpregnati in autoclave per la monoscocca, long fiber compression moulding per i componenti strutturali della carrozzeria, body panel system per pannelli esterni e carbon sheet moulding per i rinforzi.”

Il cuore della nuova Dallara Stradale è rappresentato da un 4 cilindri 2.3 sovralimentato in grado di erogare 400 cv, “frutto dell’accurata selezione ed ottimizzazione della componentistica motore, abbinata al sistema di controllo elettronico sviluppato in stretta collaborazione con Bosch.” Il controllo di stabilità ESP Bosch (che include ABS-EBD-TCS-VDC) è stato tarato per garantire un eccellente controllo della vettura in tutte le condizioni d’uso.

Al propulsore della nuova nata è stato abbinato un cambio manuale a sei rapporti, ma tra gli equipaggiamenti opzionali è previsto anche una trasmissione robotizzata “paddle-shift” in grado di minimizzare il tempo di cambiata. Quest’ultimo è dotato di due modalità e due differenti mappature: automatico (Normal e Sport) e manuale (Normal e Sport).

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati