Ferrari F40 BLU: l’esemplare unico venduto a oltre 1 milione di euro

Record da Bonhams per la supercar di Maranello: si tratta della cifra più alta in Europa per un'asta online

Ferrari F40: un nome, una leggenda per ogni appassionato di automobili. Prodotta in soli 1.337 esemplari, l’erede della 288 GTO Evoluzione è sempre più ambita dai collezionisti, con quotazioni che lievitano di anno in anno. Ne è un esempio questa spettacolare F40 BLU venduta da Bonhams a oltre 1 milione di sterline.

Ferrari F40 BLU, asta da record

Di proprietà di Sam Moores, influencer, pilota amatoriale e fotografo di auto, questa F40 del 1989 era in origine di colore rosso; la tinta blu è stata fatta applicare dalla carrozzeria Zanasi (storico esercizio di Maranello) subito dopo l’acquisto effettuato da Moore nel 2014, con tanto di targa personalizzata “F40BLU“. In seguito all’operazione, l’influencer londinese ha dovuto pagare circa 16.000 sterline per ri-ottenere la Certificazione di Autenticità Ferrari.

Ferrari F40 BLU

La F40 BLU è stata venduta online dalla prestigiosa casa d’aste Bonhams a una cifra record: 1.000.500 sterline, quasi 1 milione e 200mila euro. Si tratta della somma più alta mai raggiunta in un’asta online in Europa per aggiudicarsi un’autovettura.

Ferrari F40, le caratteristiche tecniche

La mitica supercar sovralimentata di Maranello fu presentata ufficialmente nel 1987, come tributo ai 40 anni di attività dell’azienda. Nello specifico, la F40 era dotata di un motore V8 biturbo da 2,9 litri, accoppiato a un cambio manuale a 5 marce, capace di numeri che impressionano ancora oggi: 478 CV a 7000 giri/min e 577 Nm di coppia massima a 4000 giri/min, per uno 0-100 coperto in circa 4 secondi e ben 326 km/h di velocità massima. Valori “duri e puri”, non addomesticati da alcun ausilio elettronico, per una vettura “street legal”. Vocazione racing, quindi, confermata da interni essenziali e spartani (no tappetini, maniglie portiere, autoradio,  nessun vano portaoggetti) e da un’estetica aggressiva, con l’iconico alettone posteriore che ci fa sognare ancora oggi.

Photo credits: Bonhams

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati