Fiat 500X Abarth, rendering “estremo” dell’ultima creatura del Lingotto

Difficile che possa diventare realtà

Fiat 500X Abarth rendering - La Fiat 500X Abarth prende forma nel rendering di X-Tomi Design che trasforma il crossover appena presentato al Salone di Parigi in una versione più prestazionale, al momento alquanto improbabile nella realtà. Sulla vettura appaiono alcuni nuovi dettagli tra cui i quattro terminali di scarico.

Mentre la Fiat 500X si mette in posa per le foto dei visitatori che in questi giorni sono al Salone di Parigi c’è chi ha provato già ad immaginarla nella più sportiva versione Abarth e ne ha realizzato un rendering che potete vedere nelle immagini della gallery in allegato. La realizzazione virtuale della Fiat 500X Abarth è opera di X-Tomi Design che ha voluto trasformare il nuovo piccolo crossover del Lingotto in una variante votata alle prestazioni elevate.

Con la Fiat 500X che ancora deve debuttare sul mercato al momento appare alquanto improbabile che una versione Abarth della nuova vettura possa trovare conferma nei piani del Lingotto. Questo però non ha impedito a X-Tomi Design di prendere spunto dalle indiscrezioni che vorrebbero una 500X in una variante più estrema che possa ipoteticamente essere spinta da un motore 2.4 litri Tigershark da 220-230 CV, con un sostanziale incremento di potenza rispetto ai 184 CV che il propulsore offre alla Fiat 500X.

Il creativo designer ungherese ci propone la Fiat 500X Abarth con carrozzeria in rosso, body kit robusto, passaruota più pronunciati, cerchi in lega bianchi più grandi con pinze dei freni rosse e assetto sportivo ribassato. La vettura virtuale propone poi un posteriore modificato ad hoc nel quale spicca il diffusore e un impianto di scarico con quattro terminali, configurazione questa forse un po’ eccessiva per una vettura dalle dimensioni così compatte.

Scopri le Offerte


    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Primo Piano

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati